Ultimo aggiornamento  26 ottobre 2020 23:29

La Germania va a batteria.

Linda Capecci ·

I tedeschi hanno superato la Norvegia nella vendita delle auto completamente elettriche dall'inizio dell'anno e potrebbero diventare leader europei di questa fetta di mercato.

Stando ai dati rilevati da gennaio a novembre 2019 dalle agenzie di trasporto di entrambi i Paesi, in Germania sono state immatricolate 57.533 nuove auto a batteria, rispetto alle 56.893 della Norvegia. Gli scandinavi erano in cima alla classifica europea dal 2010, anno di debutto nel Paese nordico della Nissan Leaf.  

I risultati

Le statistiche pubblicate dalla Norwegian Road Federation mostrano che a novembre le immatricolazioni di auto a zero emissioni sono scese del 27% nel Paese nordeuropeo. In Germania, il numero è al contrario aumentato del 9,1%, secondo i dati dell'Autorità federale dei trasporti automobilistici.

La sfida continua

La corsa all'elettrico non si  ferma. Per Bernhard Mattes - presidente uscente di Vda (associazione tedesca dell’industria automobilistica) - "i produttori nazionali triplicheranno le loro offerte di auto a batteria su 150 modelli entro il 2023 e investiranno 50 miliardi entro il 2024".

Il mercato potrebbe essere ancora più movimentato il prossimo anno quando i marchi basati in Germania inizieranno a lanciare modelli a prezzi competitivi, in aperta sfida a Tesla e alla sua Model 3 con listini anche sotto i 30mila euro.

Il governo di Berlino ha previsto la rimodulazione degli incentivi per le auto a zero emissioni sotto i 40mila euro per alimentare la richiesta dei modelli più accessibili.

Piccoli numeri

Tuttavia, i veicoli elettrici coprono una piccola fetta del mercato dell'automobile nel vecchio continente: secondo l'European Automobile Manufacturers Association, nel terzo trimestre del 2019 le vendite delle ecars hanno rappresentato solo il 3,1% del totale delle nuove immatricolazioni.

Tag

BMW  · Daimler  · Germania  · Gruppo Volkswagen  · Norvegia  · zero emissioni  · 

Ti potrebbe interessare