Ultimo aggiornamento  20 gennaio 2020 21:59

Quanto è tech la nuova Golf.

Edoardo Nastri ·

PORTO - L’ottava generazione della Volkswagen Golf cambia all’insegna della tecnologia. “Un passo avanti che arriverà su tutti i nostri modelli, compresa l’elettrica ID.3”, ci raccontano i tecnici del marchio. Se dagli esterni si percepisce poco della rivoluzione digitale che ha colpito la nuova Golf, appena entrati nell’abitacolo ci si accorge subito della svolta tech.

Designer e ingegneri hanno deciso di eliminare la maggior parte dei pulsanti fisici trasferendo comandi e regolazione di diverse funzioni - dai fari al climatizzatore, al sistema infotainment - su superfici a sfioramento. La selezione comprende anche il tasto per l’apertura del tetto in cristallo.

Ispirazione dagli smartphone  

“Nella realizzazione del sistema multimediale abbiamo preso ispirazione dal mondo delle applicazioni per gli smartphone”, dicono alla Volkswagen. Per la prima volta sarà possibile non solo aggiornare le tecnologie già presenti nella Golf ma “scaricare” altri optional o funzioni, integrando così l'equipaggiamento tecnologico.

Tra queste c’è l’attivazione post vendita di alcuni sistemi di assistenza alla guida come il controllo automatico della distanza dal veicolo che precede, la regolazione automatica delle luci abbaglianti, alcune funzioni extra del navigatore o il sistema di comando vocale che risponde al “Ciao Volkswagen”.

In abbinamento ai sistemi d’infotainment più costosi - Discover Media e Discover Pro - è possibile avere anche Alexa, l’assistente vocale di Amazon, che comunica e condivide i dati con i propri dispositivi domestici. La voce virtuale risponde anche a domande di carattere generale, informazioni meteo, notizie o punti d’interesse.

Comunica con l'infrastruttura 

L’ottava Golf è connessa a Volkswagen We, l’ecosistema digitale attraverso il quale viene offerta una gamma di servizi e funzioni online. Tra le varie possibilità c’è quella di aprire, chiudere o far partire la vettura con lo smartphone, conoscere lo stato del veicolo (gomme, carburante, olio o carica delle batterie per le versioni plug-in) o segnalare un incidente in tempo reale.

Car2X, un sistema che utilizza le onde radio per mettere in comunicazione le vetture, consente alla Golf di essere la prima Volkswagen a scambiare informazioni con altri veicoli che la circondano di qualsiasi marchio (e che sono equipaggiati con il sistema) e con l’infrastruttura stradale in un raggio fino a 800 metri. Dalla quantità di traffico ai lavori in corso, fino al sopraggiungere di mezzi di soccorso. 

Tag

Smart Mobility  · Tecnologia  · Volkswagen Golf  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Nuova generazione per la berlina best seller Volkswagen, ancora più razionale e tecnologica, in vendita da marzo. Come va la versione benzina mild hybrid da 150 cavalli

· di Edoardo Nastri

Il costruttore tedesco presenta la nuova generazione della berlina, in vendita da inizio 2020. Tecnologica e connessa, ha cinque motori ibridi