Ultimo aggiornamento  11 agosto 2020 09:29

Alibaba tenta il sorpasso su Waymo.

Elisa Malomo ·

Sulla guida autonoma Alibaba tenta il sorpasso alle aziende rivali. Da quattro anni nel mondo delle tecnologie driverless, AutoX, la startup del colosso cinese di e-commerce con sede a Hong Kong, ha chiesto alle autorità locali la licenza per poter testare i propri veicoli senza conducente sulle strade della California. La ricca società asiatica potrebbe diventare una delle più accreditate rivali di Waymo, progetto del gruppo Alphabet (holding di Google).

Gara autonoma

La multinazionale cinese proprietaria di AutoX, con un fatturato di circa 40 miliardi di dollari, si aggiunge quindi alla lista di oltre 60 aziende che già da qualche anno mettono alla prova i loro veicoli autonomi sulle strade americane.

Alla “gara” partecipano aziende come Cruise di General Motors, la stessa Uber, Tesla, Lyft e decine di aziende hi-tech. In corsa – con autorizzazioni di tipo parziale, cioè con l'obbligo di avere personale a bordo – anche Zoox e Pony.ai, con alle spalle Sequoia Capital e colossi dell'auto come Toyota e Hyundai.

AutoX ha circa 100 robotaxi impegnati nelle prove sparsi in dieci città nel mondo, fra cui Shenzhen e Shanghai in Cina e San Josè nella Silicon Valley.

Tag

Alibaba  · AutoX  · California  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

Il gigante cinese di e-commerce, insieme alla multinazionale Foxconn, stanzia circa 280 milioni di euro per XPeng Motors, società di veicoli a batteria