Ultimo aggiornamento  28 marzo 2020 18:34

Al volante della ottava Golf.

Edoardo Nastri ·

PORTO - Per capire l'importanza della Volkswagen Golf si può partire dai numeri: 35 milioni di unità vendute nel mondo dal 1974 - di cui 2,5 solo in Italia - e 10 anni di leadership nel nostro paese nel segmento delle berline compatte, dove per ogni cinque porte venduta, una è una Golf. L’ottava generazione porta in dote le caratteristiche funzionali che l’hanno resa un modello di riferimento e le coniuga al presente fatto di tecnologia, sicurezza ed elettrificazione.

L’estetica degli esterni è forse l’aspetto più conservativo della nuova Golf la cui linea è soltanto più sportiva e dinamica nel frontale, senza tuttavia aver subito uno stravolgimento. Le dimensioni sono rimaste praticamente invariate: è lunga 4,28 metri (+3 centimetri rispetto alla versione precedente), larga 1,78 e alta 1,45 con un passo di 2,63 metri. Con l’ottava generazione arriva anche una razionalizzazione degli allestimenti, necessaria dopo l’introduzione delle norme d’omologazione che prevedono test per ogni versione.

Alla guida della mild hybrid

Abbiamo guidato la vettura sulle strade poco trafficate del Portogallo con il motore mild hybrid 1.5 quattro cilindri a benzina da 150 cavalli, abbinato al cambio automatico Dsg a doppia frizione e sette rapporti. La Golf è confortevole in tutte le situazioni e se si preme un po’ di più sul gas fa divertire. Lo sterzo è preciso e le sospensioni copiano bene l’asfalto mentre il sovrasterzo, effetto tipico delle vetture a trazione anteriore, è praticamente assente.

Il sistema d’ibridizzazione leggera a 48 volt aiuta il motore nelle situazioni di sforzo come le fasi di accelerazione e permette alla vettura di veleggiare a motore spento quando si rilascia il piede dal gas soprattutto durante la guida in autostrada, risparmiando carburante.

La prima Golf connessa

L’ottava generazione è stata oggetto di una rivoluzione digitale che si percepisce all'ingresso in vettura. Molti comandi fisici hanno lasciato il posto a superfici a sfioramento e la strumentazione analogica è stata sostituita da quella digitale (10,25 pollici). Al centro della plancia c’è il display per il controllo della quasi totalità delle funzioni multimediali della vettura più quelle del climatizzatore. Il sistema è veloce e intuitivo da usare anche mentre si guida.

La Golf si collega in rete con l'ambiente circostante: il sistema si chiama Car2X ed è in grado di informare i veicoli che transitano in un raggio di 800 metri di tutto quello che accade intorno alla vettura. Dalla quantità di traffico ai lavori in corso, fino al sopraggiungere di mezzi di soccorso. Le funzioni possono inoltre essere iintegrate comprando diverse applicazioni. Disponibili tutti i sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione.

Anche a metano e plug-in

Al lancio in Italia la Golf è disponibile con i benzina 1.0 Tsi a tre cilindri da 110 cavalli o con il 1.5 Tsi a quattro cilindri da 130 cavalli, entrambi con cambio manuale. L’ibrido mild è il 1.5 Tsi da 150 cavalli con cambio Dsg, mentre i turbo diesel sono 2.0 di cilindrata e hanno rispettivamente 115 e 150 cavalli.

La vettura arriverà sul mercato a marzo 2020 e a settembre debutterà la versione a metano (1.5 Tgi da 130 cavalli). Entro la fine dell’anno sarà il turno dell’ibrida plug-in GTE: 1.4 Tsi e motore elettrico con batterie da 13 chilowattora. 204 o 245 cavalli e 60 chilometri di autonomia dichiarata a zero emissioni. Due gli allestimenti: Life e Style. Prezzi a partire da 25.750 euro

Tag

Berline  · Volkswagen  · Volkswagen Golf  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Alla berlina Volkswagen dotata di serie del "Local Hazard Warning", avviso di pericolo locale, è stato assegnato il riconoscimento dell'ente internazionale di cui è partner ACI

· di Luca Gaietta

La Casa tedesca approfitta del Salone svizzero (5-15 marzo) per svelare la versione turbodiesel della sua best seller che promette prestazioni elevate ed emissioni ridotte al...

· di Edoardo Nastri

La berlina Volkswagen fa il pieno di tecnologia: si aggiorna come una app per smartphone, comunica con l'ambiente esterno e si apre con un "tap"

· di Edoardo Nastri

Il costruttore tedesco presenta la nuova generazione della berlina, in vendita da inizio 2020. Tecnologica e connessa, ha cinque motori ibridi