Ultimo aggiornamento  12 dicembre 2019 14:07

La Mini elettrica è (anche) cinese.

Edoardo Nastri ·

Bmw ha annunciato di voler aprire una nuova fabbrica in Cina con Great Wall capace di produrre fino a 160mila veicoli all’anno. L'impianto verrà realizzato a Zhangjiagang nella provincia di Jiangsu e sarà legato alla nuova joint venture siglata dalle due Case, che prenderà il nome di Spotlight Automotive Limited. Nello stabilimento sarà prodotta la Mini elettrica (che uscirà anche dalla sede storica di Oxford a partire dal 2020) e alcuni modelli Great Wall.

Per la realizzazione dello stabilimento sono stati investiti circa 650 milioni di euro con una previsione di fine lavori nel 2022. Il mercato dell’auto cinese è il primo al mondo come volumi anche per quanto riguarda le vetture a zero emissioni e i costruttori puntano ad aprire nuovi stabilimenti per evitare possibili dazi d’importazione.

Tutti in Cina

La Cina inoltre chiede che le vendite di auto elettriche e ibride plug-in rappresentino un quinto dei volumi totali entro il 2025. Il nuovo impianto potrà dare lavoro a circa 3mila persone. Great Wall, leader nel segmento dei pickup nella Repubblica popolare, ha anche un brand dedicato alle auto a batteria che si chiama Ora. Il marchio produce piccoli veicoli per la città a zero emissioni.  

Il progetto di Bmw e Great Wall si unisce a quelli di altri costruttori: Volkswagen il prossimo anno aprirà due nuove fabbriche dedicate alle elettriche con una capacità produttiva di 600mila vetture all’anno, mentre Tesla ha quasi ultimato lo stabilimento di Shanghai. 

Tag

Auto Elettrica  · BMW  · great wall  · Mercato Cina  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa anglotedesca ha realizzato un videoclip girato a Torino, ispirato alla celebre commedia del 1969, per promuovere la nuova Cooper SE a zero emissioni

· di Paolo Odinzov

La Casa tedesca ha firmato un'intesa con il costruttore cinese per una joint venture mirata alla produzione in Cina di automobili con il marchio Mini

· di Paolo Odinzov

Secondo la Reuters, i tedeschi di Monaco sarebbero interessati a un'alleanza con il costruttore asiatico per la produzione di veicoli elettrici a Changshu