Ultimo aggiornamento  26 gennaio 2020 12:49

Volkswagen: solo sfide elettriche.

Linda Capecci ·

Volkswagen ha dichiarato di non voler più partecipare a competizioni sportive che ammettano motori a combustione interna. La scelta sottolinea l'impegno del costruttore tedesco nel campo della mobilità elettrica e rappresenta un cambio di rotta nel mondo delle gare motoristiche, dato che la decisione influisce sulle corse: dal Campionato mondiale di rally, a quello per auto da turismo. Questa presa di posizione per il momento riguarda solo il marchio Volkswagen, non comprende Porsche o Audi.

L'impegno verde

"La Volkswagen si impegna fermamente per un mondo sostenibile e dirà progressivamente addio ai motori a combustione interna"  ha dichiarato Frank Welsch, membro del consiglio di amministrazione del marchio.

La produzione della Golf GTI TCR per la pista si chiuderà a fine 2019 ma il servizio clienti e la fornitura di pezzi di ricambio saranno garantiti a lungo termine. 

Il marchio tedesco vanta successi elettrici: il nuovo prototipo ID.R ha registrato record sul circuito tedesco del Nürburgring, al Pikes Peak International Hill Climb, al Goodwood Festival of Speed e alla Tianmen Mountain Hillclimb.

Il potenziale 

“Per la mobilità elettrica gli eventi sportivi possono essere di esempio – ha dichiarato Sven Smeets, direttore del motorsport per Volkswagen - da una parte fungono da laboratorio dinamico per lo sviluppo di future auto di produzione e, dall'altra, come piattaforma di marketing convincente per avvicinare le persone alle motorizzazioni più pulite".

Colpo di scena

Dal quartier generale americano di Volkswagen sono giunte però voci contrastanti nelle ultime ore. Pare che la scuderia Rhys Millen Racing abbia intenzione di utilizzare una Classe 7 con motore a combustione interna - lo stesso utilizzato sulla Polo Wrc - per partecepare alla Baja 1000, un rally che si corre in Messico. Il veicolo dovrebbe essere guidato da Tanner Foust, pilota da corsa e ambasciatore di Volkswagen.

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Stando alla rivista Autocar, la Casa tedesca potrebbe utilizzare il nuovo acronimo per indicare le vetture a batteria più potenti, dotate di trazione integrale