Ultimo aggiornamento  26 settembre 2020 05:11

Jaguar, occhio a chi dorme.

Luca Gaietta ·

Jaguar ha sviluppato il Driver Condition Monitor, tecnologia in grado di rilevare eventuali segnali di sonnolenza del guidatore e allertarlo suggerendogli di fare una pausa.

Il sistema, offerto di serie sul suv E-Pace e disponibile su tutte le vetture del costruttore, riceve migliaia di input, alcuni dei quali misurati ogni millesimo di secondo, provenienti dei sistemi di assistenza dello sterzo, dai pedali e da altri meccanismi coinvolti marcia dell’auto. I dati vengono poi analizzati da sofisticati algoritmi analizzano per determinare con precisione se chi è al volante è in una condizione di affaticamento.

Aumentare la sicurezza sulle strade

“Il Driver Condition Monitor, unito a una vasta gamma di tecnologie presenti sulle nostre vetture contribuisce ad aumentare notevolmente la sicurezza sulle strade”, ha detto David Willey, responsabile Jaguar per i sistemi di assistenza alla guida.

Secondo una ricerca dell'Automobile Association Charitable Trust, la più grande organizzazione automobilistica inglese che fornisce servizi ai conducenti da oltre 100 anni, solo nel Regno Unito un conducente su otto ha infatti ammesso di essersi addormentato al volante della propria auto, il che rappresenta oggi la causa principale del 25% degli incidenti mortali.

Tag

E-Pace  · Jaguar Land Rover  · Sonnolenza  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Tanti sono i nostri connazionali in pericolo al volante per malattie croniche come le apnee notturne (ma non solo). ACI e Fisar lanciano una campagna