Ultimo aggiornamento  30 ottobre 2020 02:36

Daimler contesa in Cina.

Angelo Berchicci ·

Sembra destinata a crescere la presenza di investitori cinesi all’interno di Daimler (Mercedes). BAIC (Beijing Automotive Industry Holding Co.) avrebbe infatti intenzione di accrescere la propria quota di partecipazione nel capitale del gruppo tedesco.

Aumentare le reciproche quote

A riferirlo alla Reuters è una fonte anonima informata sulla vicenda, secondo cui l’annuncio ufficiale avverrà nelle prossime settimane. Il colosso cinese aveva già acquisito il 5% di Daimler lo scorso luglio.

Funzionari del gruppo cinese hanno dichiarato, durante alcuni incontri con investitori a metà ottobre, che “entrambe le aziende sono disponibili ad aumentare le reciproche quote di partecipazione”.

Già partner sul mercato

Oltre ai legami finanziari, BAIC e Daimler sono unite da importanti vincoli commerciali. Quella con il colosso di Pechino infatti è la principale joint venture di Daimler in terra cinese. Tramite il suo partner, il gruppo tedesco gestisce le fabbriche di Mercedes-Benz a Pechino attraverso la società Beijing Benz Automotive.

Secondo incomodo?

Non si tratta né dell’unica, né della più significativa presenza della Cina nell’azionariato di Daimler. Il suo maggior azionista (9,7%) è infatti il gruppo Geely, concorrente di BAIC sul mercato asiatico. Intervistato dai media locali circa le possibili ripercussioni sul rapporto con Daimler, in caso di aumento della presenza di BAIC, un portavoce di Geely ha fatto sapere: “Siamo un investitore di lungo termine in Daimler. Non reagiamo spontaneamente alla volatilità e sosteniamo il management di Daimler e la sua strategia”.

Tag

Baic  · Cina  · Daimler  · Geely  · Mercedes  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Secondo fonti citate da Reuters il costruttore cinese starebbe pensando all'acquisizione di azioni del gruppo tedesco per un valore di 3 miliardi di euro