Ultimo aggiornamento  20 ottobre 2020 11:22

Papa Francesco e l'auto a idrogeno.

Elisa Malomo ·

Papa Francesco per la sua visita in Giappone ha scelto un'auto a idrogeno, la Toyota Mirai. Rigorosamente bianca e preparata per l'occasione dalla Casa giapponese ha potuto sfoggiare la targa SCV 1, che contraddistingue le auto dei pontefici. 

Un messaggio simbolico che ben si coniuga con le parole di Papa Francesco pronunciate durante il suo viaggio nel Paese giapponese: "Occorre prendere decisioni coraggiose e importanti sull'uso delle risorse naturali, e in particolare sulle future fonti di energia". Che comprendono, ovviamente, anche l'idrogeno.

La scelta di Bergoglio non stupisce: sin dall'inizio del suo pontificato ha nei temi ambientali la massima attenzione, come dimostra l'enciclica "Laudato sì", un appello a preservare la terra e tutto ciò che ci circonda, cambiando il nostro stile di vita per preservare la "casa comune".

Tag

Idrogeno  · Mirai  · Papa Francesco  · Toyota  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

La Mercedes G 230 portò per la prima volta un Pontefice (Giovanni Paolo II) in Germania. Fu però Paolo VI nel 1975 a inaugurare il viaggio in fuoristrada su una Toyota

· di Sonia Mercuri

Il gruppo Renault consegna al Pontefice un esemplare della Duster progettato specificatamente per le sue esigenze. Maggiore comfort e comodità per il passeggero