Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2021 14:23

Costa: allarme sicurezza, subito i cantieri.

Marina Fanara ·

"Dobbiamo aprire al più presto i mille cantieri per la messa in sicurezza del territorio, il Parlamento approvi in fretta il piano". E' l'appello lanciato dal ministro dell'Ambiente Sergio Costa dopo i danni causati in questi giorni dal maltempo compreso il crollo di un viadotto sulla A6 (autostrada Torino-Savona).

Il piano di cui parla il ministro, in particolare, è il disegno di legge Cantiere ambiente che prevede una serie di lavori per mettere il nostro paese al riparo dai rischi idrogeologici. Il provvedimento, approvato dal Consiglio dei Ministri e dalla Conferenza delle Regioni, ha iniziato il suo iter di approvazione al Senato.

Il piano in Parlamento

"Quella che ci ritroviamo ad affrontare è una vera e propria corsa contro il tempo", sottolinea il ministro su Facebook, "per l'80% del territorio l'Italia è a rischio esondazione, frane e dissesto idrogeologico. Questo è il risultato di decenni di incuria e malagestione".

Cantiere ambiente, spiega ancora Costa in un'intervista a Il Messaggero, oltre a elencare una serie di opere assolutamente urgenti, stabilisce un'ulteriore riduzione dei tempi per l'apertura dei cantieri, prevede la costituzione di un'apposita task force di tecnici da affiancare ai Comuni e accorcia le procedure per le spese di progettazione.

L'80% del Paese a rischio 

"Il Parlamento, però, deve sbrigarsi ad approvare questo provvedimento: nessuno, purtroppo, può dirsi al sicuro nel nostro Paese, per questo dobbiamo fare presto", insiste Costa ricordando che "dopo decenni di totale incuria e di pastoie burocratiche abbiamo iniziato un massiccio piano di prevenzione, abbiamo ridotto di due terzi il tempo di erogazione dei fondi e sono state liberate risorse pari a circa 700 milioni in sei mesi, per tutte le Regioni".

11 miliardi per la messa in sicurezza

"Con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, abbiamo realizzato un piano da 11 miliardi in totale", conclude il ministro, "è il nostro Piano Marshall per curare le ferite di argini di fiumi, fianchi di montagne, strade, bacini idrici: tutti quei luoghi fragili, pericolosi, che fanno vivere milioni di cittadini nella paura quotidiana. Non possiamo più consentirlo".

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Palazzo Madama ha approvato il provvedimento che prevede misure urgenti per la qualità dell'aria e la mobilità sostenibile, tra cui il bonus per la rottamazione di vecchie auto e...