Ultimo aggiornamento  08 aprile 2020 04:30

Volkswagen, 4 miliardi in Cina per l'elettrico.

Paolo Odinzov ·

Volkswagen ha pianificato di investire nel 2020 in Cina, insieme ai propri partner locali Saic e Faw, più di 4 miliardi di Euro dei quali circa il 40% dedicato alla mobilità elettrica. Questo per accelerare la strategia del Gruppo che prevede il prossimo anno l’inizio della produzione nella Repubblica Popolare di modelli basati sulla piattaforma modulare elettrica (Meb) realizzati negli stabilimenti di Anting e Foshan. Siti, quest'ultimi, strutturati specificatamente per le vetture a batteria.

Ottimizzazione della gamma

L’investimento del 2020 supporterà una ulteriore ottimizzazione della gamma Volkswagen nel mercato della Repubblica Popolare. Entro il 2025 il costruttore proporrà 30 modelli elettrici prodotti in loco contando di arrivare a venderne 1,5 milioni di unità per la fine dell’anno.

Diventare carbon neutral

“In uno scenario di mercato impegnativo, le nostre strategie stanno portando risultati”, ha detto Stephan Wöllenstein, ceo di Volkswagen Group China, sottolineando come nel periodo gennaio-ottobre l’azienda tedesca abbia consegnato nel mercato locale 3,34 milioni di veicoli, incrementando la propria quota fino al 19,5%. Il successo nel campo dell’e-mobility sarà inoltre per Volkswagen un elemento chiave nel percorso della azienda per raggiungere l’obiettivo di sostenibilità e diventare carbon neutral in Cina entro il 2050.

Tag

Cina  · Faw  · Gruppo Volkswagen  · Saic Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Entro il 2029 il gruppo tedesco ha intenzione di presentare 75 modelli a zero emissioni e 60 ibridi. Nei prossimi dieci anni circoleranno 20 milioni di veicoli a batteria

· di Paolo Odinzov

La Casa tedesca amplia il sito di Chattanooga, Alabama per costruirci modelli a batteria, prino fra tutti l'ID 4. Mille nuovi posti di lavoro, investiti 800 milioni di dollari