Ultimo aggiornamento  18 febbraio 2020 10:50

Lisbona, Volkswagen mette ordine al traffico.

Linda Capecci ·

Il gruppo Volkswagen ha avviato un progetto pilota per l'ottimizzazione dei flussi di traffico a Lisbona, sfruttando le potenzialità di calcolo dei computer quantistici D-Wave per elaborare i tragitti in tempo reale e ridurre i tempi di percorrenza, favorendo così la viabilità nei momenti di maggiore congestione.

La sperimentazione si è svolta nella prima settimana di novembre durante il web summit (festival delle startup) della capitale portoghese. Nove autobus Man del servizio pubblico locale Carris sono stati equipaggiati con un dispositivo sviluppato dal gruppo tedesco con il supporto di aziende specializzate come Hexad e Ptv.

L'esperimento

I bus hanno trasportato migliaia di passeggeri nel traffico dell'affascinante città che ha dato i natali a Fernando Pessoa, riducendo al minimo i tempi di spostamento. Il sistema di gestione della viabilità messo a punto dal gruppo Volkswagen si basa su due elementi: la previsione del numero di utenti da trasportare e l'ottimizzazione del percorso elaborata, appunto, dal computer quantistico. Entrano in gioco gli strumenti di analisi dei big data, per identificare a quali fermate e in quali orari si troverà il maggior numero dei passeggeri, attraverso la geolocalizzazione anonima e i dati storici sui flussi di utenti. 

Adattabilità

Questa tecnologia è stata sviluppata per poter essere adattata a qualsiasi tipo di contesto urbano e potrà essere offerta alle compagnie di trasporto pubblico e alle società che gestiscono taxi o di car sharing. La compagnia di Wolfsburg collabora attivamente con i partner Google e D-Wave, che forniscono l'accesso ai loro sistemi informatici. Già nel 2016 Volkswagen aveva portato a compimento con successo un esperimento di ottimizzazione per i taxi a Pechino.

Tag

Carris  · Gruppo Volkswagen  · Lisbona  · Trasporto Pubblico  · Viabilità  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Il progetto Autocits, finanziato da Bruxelles, dà il via ai primi test sulla comunicazione nel traffico delle tre capitali europee tra veicoli robot e infrastrutture