Ultimo aggiornamento  04 dicembre 2020 06:40

La nuova Factory di Brumbrum.

Linda Capecci ·

Brumbrum”, il primo rivenditore online di auto usate d'Italia, la piattaforma virtuale che consente acquisto, finanziamento e noleggio a lungo termine di automobili certificate - esposte in una vetrina virtuale - ha presentato alla stampa il suo nuovo polo per la riqualificazione delle vetture usate.  

Nuovo polo

Situato nella motor valley,  non lontano dalla stazione dell'Alta Velocità Mediopadana di Reggio Emilia, lo stabilimento - un'area di circa 50mila metri quadrati, in grado di ripristinare 1.200 vetture al mese - è entrato in funzione già a settembre ma sarà interamente operativo nel 2020. Al momento la struttura conta 40 dipendenti ma, nel corso dei prossimi due anni arriverà ad impiegare 150 addetti.

Un investimento di 4 milioni di euro, mezzi all'avanguardia e tecnologie innovative nel rispetto degli standard ambientali: gli impianti permetteranno di ricondizionare e riqualificare le vetture, rivendendo le auto usate - garantite fino a tre anni - come nuove.

A portata di clic

Il processo di risistemazione delle vetture è diviso in diverse fasi: le auto arrivano nella nuova sede, vengono sottoposte a oltre 200 test che comprendono perizia di carrozzeria, meccanica e test drive. Se sono idonee alla vendita, passano nelle mani dei meccanici per essere messe a nuovo. Ultimo passaggio verniciatura e lavaggio prima del servizio fotografico per la successiva pubblicazione sul sito.  

Con Brumbrum si può scegliere la vettura comodamente, dal proprio cellulare: per ogni veicolo è presente una dettagliata raccolta di informazioni, comprensiva di accessori, optional ed eventuali difetti del mezzo. Inoltre ci si può addentrare virtualmente nell'auto: con un visore VR e uno smartphone si è in grado di guardare la macchina anche dall'interno. Il tutto stando seduti sul divano di casa propria. 

Tag

auto usate  · Brumbrum  · E-commerce  · Motor Valley  · Noleggio  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Lo store virtuale apre una sede in Lussemburgo per consentire gli acquisti di vetture via computer nel vecchio continente, come già accade negli Usa