Ultimo aggiornamento  10 luglio 2020 18:18

Torino, via libera alla micromobilità.

Marina Fanara ·

Accantonate le polemiche per le multe e dopo il primo incidente causato da un microveicolo elettrico, ora Torino dà l'annuncio ufficiale: da oggi, 13 novembre, parte la sperimentazione della micromobilità a batteria, ma con regole ben precise.

L'elenco delle regole

Potranno circolare esclusivamente monopattini e segway, esclusi quindi hoverboard e monowheel (ritenuti pericolosi e poco maneggevoli) e limitatamente alle piste ciclabili e alle zone 30, compresa quella centrale che, sempre da oggi, diventa anch'essa a 30 chilometri orari.

Vietato transitare sui marciapiedi e lungo i portici. L'assessore alla Mobilità Maria Lapietra precisa inoltre che i dispositivi "non potranno superare i 20 chilometri l'ora, procedere contromano, farsi trainare da altri veicoli e trasportare un passeggero".

Consigliati casco e assicurazione

Tra le disposizioni tassative per la circolazione c'è anche l'obbligo di utilizzare monopattini e segway con marcatura CE, dotati di motore con potenza non superiore a 500 watt, segnalatori acustici, limitatori di velocità. Se il mezzo non dispose di sistemi di illuminazione, è vietata la circolazione al buio o in condizioni di scarsa visibilità. In tutti i casi, un'ora prima del tramonto e dell'alba, è obbligatorio il giubbotto catarifrangente.

L'assessore Lapietra ricorda che "l'uso del casco non è tassativo, ma consigliabile così come la polizza di responsabilità civile". La sperimentazione terminerà a luglio 2020.

Sanzioni da 40 a 160 euro

Quanto alle sanzioni, a partire da domani, chi non rispetterà le regole fissate dall'Amministrazione rischia una multa da 40 a 160 euro. Il Comune nel frattempo ha provveduto a installare l'apposita segnaletica all'ingresso della città e nelle vie e zone cittadine interessate, come stabilito del decreto del ministero Infrastrutture e trasporti in materia di micromobilità.

"La sperimentazione è in linea con l'obiettivo che ci siano posti per diffondere la mobilità sostenibile anche attraverso dispositivi innovativi e a zero emissioni", spiega il sindaco Chiara Appendino, "il successo di questo progetto ora dipende da quanto verranno rispettate le regole: spero nella massima responsabilità da parte di tutti".

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Sono sette gli operatori che hanno risposto al bando del Comune: ognuno fornirà 500 microveicoli a noleggio che potranno circolare esclusivamente su piste ciclabili e zone 30

· di Marina Fanara

La Giunta vara un piano per ridurre del 5% i morti da incidenti stradali entro il 2021 e arrivare a zero vittime nel 2050. In programma, interventi e campagne di sensibilizzazione

· di Marina Fanara

Via libera alla sperimentazione dei microveicoli a batteria, ma solo in alcune aree del centro e del litorale. Esclusi hoverboard e monowheel, per il Comune "troppo pericolosi"