Ultimo aggiornamento  12 dicembre 2019 15:05

Tata cerca soci per Jaguar Land Rover.

Valerio Antonini ·

Gli indiani di Tata avrebbero recentemente avuto contatti con altri gruppi automobilistici, tra cui i cinesi di Geely e Bmw con lo scopo di sondare il terreno per una eventuale partnership con il marchio inglese Jaguar Land Rover di loro proprietà.

Obiettivo della ricerca sarebbe realizzare accordi che servano a risparmiare sui costi e condividere i necessari investimenti per lo sviluppo delle auto elettriche. Geely ha smentito l’indiscrezione, mentre Bmw si è limitata a non commentarla.

Intanto Tata ha deciso una iniezione di capitali su Jaguar Land Rover, un'operazione da circa 910 milioni di dollari e ha anche confermato di non avere alcuna intenzione di vendere lo storico marchio inglese, acquisito da Ford nel 2008.

Opportunità di business

Creare un legame una casa automobilistica cinese potrebbe potenzialmente aiutare Jaguar Land Rover in quel mercato, dove si fanno sentire più forte gli effetti della contrazione del mercato. 

Eventuali accordi economici tra il marchio di lusso britannico e BMW si baserebbero su una collaborazione già esistente per sviluppare motori e tecnologia di trazione elettrica, anche se l'ex amministratore delegato della casa automobilistica tedesca, Harald Krueger, lo scorso agosto ha escluso qualsiasi investimento azionario.

I numeri

L’economia di scala è diventata sempre più cruciale nel settore automobilistico con i costruttori che mettono in comune le risorse per affrontare sfide non più rimandabili come l'elettrificazione e la guida autonoma. La competizione è particolarmente importante per i marchi più piccoli come Jaguar Land Rover, impegnata in un ambizioso programma che prevede la commercializzazione di una variante elettrica per ciascuno dei suoi nuovi modelli dal 2020.

Jaguar Land Rover ha intanto comunicato di aver venduto nel mese di ottobre 2019 in totale 41.866 unità, con un calo del 5,5% rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

Tag

BMW  · Geely  · Jaguar Land Rover  · Tata Motor  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Il gruppo inglese, di proprietà della indiana Tata, ha segnato nel terzo trimestre dell'anno una crescita dell’8%, grazie soprattutto all'incremento delle vendite in Cina