Ultimo aggiornamento  12 dicembre 2019 14:14

Movi, il bike sharing diventa italiano.

Linda Capecci ·

Idri Bk, società di bike sharing con quartier generale a Milano, ha rilevato le attività europee dell'operatore cinese Mobike di cui da tempo gestisce le flotte in diverse città italiane. Il servizio, d'ora in poi, assumerà il nome di Movi.

La transazione interessa le attività in sud Europa: 30mila biciclette, oltre 1,5 milioni di utenti registrati, distribuiti in 18 città europee, con ben oltre 10 milioni di chilometri percorsi ogni anno che hanno fatto risparmiare tonnellate di emissioni di anidride carbonica.

Maggiore flessibilità

La cessione delle attività di Mobike chiude l'avventura del colosso cinese che insieme a Ofo aveva portato in Europa il bike sharing in free floating e a basso costo.

"Il nuovo operatore sarà molto più flessibile e vicino agli interessi degli utenti del Vecchio continente", ha dichiarato in una nota l’azienda.

Alle due ruote già presenti sul mercato europeo Movi aggiungerà altri due modelli di ebike a cui si affiancheranno tre versioni di monopattini e scooter a due e tre ruote e un altro mezzo a batteria per le consegne a domicilio. La nuova flotta è stata sviluppata nei prossimi 18 mesi in modo tale che il servizio possa essere personalizzato a seconda delle città e delle esigenze delle persone.

Voglia di crescere

La crescita si focalizzerà sulle grandi città, ma il marchio punta ad espandersi sul territorio italiano in maniera capillare offrendo il servizio anche nelle città di dimensioni minori.

«La nascita di Movi - afferma Alessandro Felici, amministratore delegato di Evlonet, che gestisce Mobike in Italia - e il rinfoltimento della nostra flotta con mezzi altamente tecnologici ha molteplici obiettivi: incentivare la micro mobilità sostenibile nelle città riducendo le emissioni di CO2, accrescere l'utilizzo della tecnologia con soluzioni di trasporto innovativo e di conseguenza accelerare l'evoluzione verso un modello di economia circolare».

Movi punta a diversificarsi e a diventare un punto di riferimento mondiale della mobilità in sharing, accelerando l'espansione delle attività in Europa dell'Est, Medio Oriente Africa e Sud-Est asiatico.

Tag

Bike Sharing  · eBike  · Mobike  · Movi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Il colosso cinese gestirà un bike sharing personalizzato sulle richieste del Comune: bici elettriche, centro di assistenza e obbligo di riportarle negli appositi parcheggi