Ultimo aggiornamento  06 dicembre 2019 04:24

Il regalo della Merkel a Volkswagen.

Paolo Borgognone ·

Il governo tedesco e l'industria automobilistica hanno concordato l'aumento degli incentivi congiunti per l'acquisto di auto elettriche e il loro prolungamento, non più fino alla fine del 2020 ma al 2025. Con un tempismo straordinario l'annuncio di Berlino è arrivato lo stesso giorno in cui Volkswagen ha iniziato la produzione di massa della sua auto elettrica ID.3 nella fabbrica di Zwickau, nella ex Germania Est.

Chi comprerà una vettura a batteria di prezzo inferiore a 40mila euro riceverà un aiuto di 6mila euro, contro i 4mila attuamente previsti. Salgono anche le sovvenzioni per gli acquirenti di ibridi plug-in, nella stessa fascia di prezzo, che potranno contare su 4.500 euro contro i 3mila attuali. Cresce del 25% l'incentivo oggi in vigore per auto fino a 60mila euro di valore mentre per quelle che superano questa soglia non si avrà diritto ad aiuti statali. L'aumento delle spese previsto sarà assorbito in misura uguale dallo stato e dalle Case automobilistiche.

50mila colonnine

L'intesa è stata raggiunta al termne del "summit automobilistico" organizzato presso la cancelleria di Berlino proprio con l'obiettivo di promuovere la diffusione di massa di trasporti più ecosostenibili.
Le due parti hanno discusso anche i modi per espandere le infrastrutture di ricarica necessarie alle auto elettriche. L'ufficio della cancelliera Angela Merkel ha confermato che il governo investirà 3,5 miliardi di euro per incentivare l'impianto di nuove colonnine. L'obiettivo è averne almeno 50mila sul territorio nazionale entro il 2022, contro le 21mila di oggi.

Una cifra comunque di gran lunga inferiore al 1 milione di stazioni di rifornimento per auto elettriche che la Merkel ha dichiarato di volere nel Paese entro il 2030.

Volkswagen al via

Come detto il governo federale ha annunciato l'importante novità proprio nel giorno in cui a Zwickau Volkswagen ha dato ufficialmente il via alla produzione della ID.3 che sarà solo la prima di almeno sei modelli che il gruppo intende realizzare nell'impianto della città della Sassonia. A partire dal 2021, l'azienda prevede di costruire qui fino a 330mila auto a batteria ogni anno, comprese quelle dei marchi Audi e Seat.

Per realizzare questo obiettivo Volkswagen ha organizzato una serie di giornate di aggiornamento per gli oltre 8mila dipendenti della fabbrica. Alla cerimonia di inaugurazione della produzione della ID.3 ha partecipato proprio la cancelliera Angela Merkel.

Tag

Auto Elettrica  · Ecoincentivi  · Germania  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Paternò

E’ l’obiettivo per le nuove auto annunciato dal vice ministro dell’economia Rainer Baake. Ecco cosa comporterebbe