Ultimo aggiornamento  06 dicembre 2019 04:21

Germania, 1 milione di colonnine.

Paolo Borgognone ·

Un milione di stazioni di ricarica in Germania entro il 2030. È l'obiettivo del governo di Berlino, riassunto in un messaggio video della Cancelliera Angela Merkel, realizzato in vista della riunione prevista per il 4 novembre con i rappresentanti dell'industria automobilistica e dedicato alle soluzioni per accelerare il passaggio a veicoli a basse emissioni alimentati a batteria. "L'industria dovrà partecipare a questo sforzo, questo è ciò di cui parleremo", ha detto laMerkel. La Germania dispone oggi di soli 20mila punti di ricarica pubblici.

Riunione chiave

Stephan Weil, il primo ministro della Bassa Sassonia, la regione nella quale ha sede Volkswagen, ha dichiarato l'impegno per 100mila punti di carica pubblici entro il 2021. Weil è un membro del consiglio di vigilanza del gruppo automobilistico che non nasconde la necessità di una più capillare distribuzione della rete delle colonnine per commercializzare con successo le nuove auto a zero emissioni.

La riunione prevista presso la Cancelleria di Berlino è la seconda sulla questione e vuole favorire un rapido passaggio all'azione così che il settore dei trasporti tedesco possa contribuire a raggiungere gli obiettivi nazionali in materia di emissioni. Gli acquirenti hanno citato proprio la mancanza di infrastrutture per la ricarica tra i motivi principali per non acquistare auto a batteria.

Oltre alle alternative elettriche alle auto a benzina e diesel, il governo intende esplorare pure quella dell'idrogeno, condividendo con l'industria anche eventuali incentivi che possano sostenerla.

Difendere il lavoro

Angela Merkel ha parlato poi della necessità di difendere i posti di lavoro, sia nell'industria automotive che nella componentistica, visto che per costruire le elettriche - rispetto alle auto convenzionali - sono necessari meno lavoratori. A questo proposito Weil ha affermato che Berlino dovrebbe essere pronta a finanziare gli ammortizzatori sociali nel caso in cui si verificassero esuberi nell'industria.

Il presidente della Sassonia ha anche invitato l'esecutivo a emanare disposioni soprattutto per quanto riguarda gli immobili nuovi per affiancare alle politiche di incentivazione delle colonnine pubbliche anche una che favorisca la creazione di una rete domestica. "Ci aspetta un momento estremamente impegnativo per l'industria automobilistica tedesca che deve essere accompagnata attivamente dalla politica", ha affermato Weil.

Tag

Colonnine elettriche  · Elettrico  · Germania  · 

Ti potrebbe interessare

· di Colin Frisell

Secondo gli ultimi dati del ministero dei Trasporti di Londra i punti di ricarica pubblici sono 15.116, le stazioni di rifornimento 9mila. Midlands e nord in ritardo