Ultimo aggiornamento  16 dicembre 2019 00:04

Sara: sicurezza in moto con Ride Vision.

Redazione ·

Sara Assicurazioni, la compagnia assicurativa di ACI e Ride Vision - società israeliana creata da Uri Lavi e Lior Cohen, appassionati di motociclette - stanno collaborando per ridurre gli incidenti motociclistici in Italia.

Per farlo sviluppano un sistema di visione predittiva a basso costo che si chiama proprio “Ride Vision” e fornisce ai motociclisti avvisi di pericolo sfruttando la tecnologia Cat (Collision Aversion Technology).

I clienti di Sara Assicurazioni che viaggiano sulle due ruote, una volta installato questo impianto – che sarà disponibile dal 2020 ed è l’unico a rivolgersi a questo specifico segmento – potranno beneficiare di uno sconto significativo sul premio assicurativo annuale, oltre a veder crescere i propri standard di sicurezza.

Come funziona

Ride Vision è un sistema di visione frutto di una fusione tra intelligenza artificiale (reti neurali) e computer vision progettato per integrarsi perfettamente con le motociclette. Attraverso la tecnologia Collision Aversion sfrutta hardware e telecamere standard per rilevare, prevedere e avvertire i motociclisti delle minacce sulla strada senza distogliere l’attenzione dalla guida. Ride Vision agisce anche come dashcam, consentendo ai motociclisti e agli operatori di flotte a due ruote di registrare e conservare le prove in caso di incidente. L’impianto può essere installato su qualsiasi moto nuova o usata.

Molti rischi

Le due ruote sono i veicoli più vulnerabili della strada: i motociclisti hanno una probabilità 28 volte maggiore di morire in un incidente rispetto ad un automobilista.

Secondo il più recente rapporto Fema sulla sicurezza, in Italia circolano 6.500mila motociclette, il numero più alto rispetto a qualsiasi paese dell’Unione Europea.

I dati ACI-Istat sulla sinistrosità stradale del 2018 riportano che gli incidenti in moto hanno causato 685 morti.

Tag

ACI  · Ride Vision  · Sara Assicurazioni  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Lo scorso anno, sinistri in aumento, calo delle vittime, quasi 2 milioni di infrazioni al Codice. È il bilancio di Polizia stradale e Carabinieri sulle strade d'Italia