Ultimo aggiornamento  07 dicembre 2019 14:38

Padova fa festa alla Seat Ibiza.

Carlo Cimini ·

A 35 anni dal suo esordio, Seat celebra l'Ibiza in occasione del Salone di Auto e Moto d’Epoca di Padova (24/27 ottobre). In mostra Sxi e Cupra, rispettivamente prima e quinta generazione della vettura che da più tempo è sul mercato per il marchio spagnolo e che, con oltre 5,4 milioni di esemplari, è anche il modello più venduto. 

Il debutto

Design sportivo e prezzi accessibili sono stati fin dal debutto il marchio di fabbrica per l'auto che segnò nel 1984 una nuova stagione per il costruttore spagnolo. Terminata la collaborazione con Fiat e lo Stato iberico durata quasi trent'anni, Seat aprì le porte al gruppo Volkswagen che acquistò il costruttore di Martorell nel 1983. Il programma di industrializzazione della Ibiza era partito già l'anno prima.

Aspetto italiano, cuore tedesco

Il design della Seat Ibiza, opera di Giugiaro, ricordava quello della Fiat Uno e le sue dimensioni (3,68 metri di lunghezza, larghezza 1,61 e altezza 1,41) assicuravano un buon comfort per guidatore che per passeggeri. La vettura, erede della Fiat Ritmo (che in Spagna era commercializzata come "Ronda"), con Volkswagen non subì modifiche sostanziali a livello estetico.

La grande novità, però, era nascosta sotto al cofano: l'Ibiza infatti era dotata di motori Porsche System, resistenti e dalle buone prestazioni, realizzati in collaborazione col marchio di Zuffenhausen. Due benzina, un 1.2 da 63 cavalli e un 1.5 da 86, affiancati da un 1.7 diesel da 54 cavalli. In più un tocco di sportività con la versione sportiva SXi, spinta dal 1.5 a iniezione da 101 cavalli di potenza che consentiva di superare i 180 chilometri orari.

Tra passato e presente

Per la prima volta, Seat è ad Auto e Moto d’Epoca e si promette di raccontare la storia del marchio, scoprendo quel fil rouge che lega i modelli del passato a quelli del futuro, in particolar modo di Cupra, la gamma sportiva del marchio spagnolo che ha rivisitato lo stile di Ibiza.

Alejandro Mesonero-Romanos è l'attuale responsabile del design di entrambi i brand. Appena maggiorenne la sua prima auto fu proprio un'Ibiza. “In quel periodo stavo iniziando a studiare quella che sarebbe poi diventata la mia professione. Per me questa vettura era sinonimo di modernità”.

Un concetto condiviso anche da Pierantonio Vianello, direttore della divisione Seat Italia: "I modelli Cupra guardano ai giovani come fece Seat con Ibiza nel 1984. La tecnologia è un altro aspetto in comune: la prima Ibiza era stata ingegnerizzata da Karmann mentre la el-Born ha un pianale completamente nuovo - Meb di Volkswagen - orientato a una mobilità elettrica più efficiente".

Tag

Auto e Moto d'Epoca Padova 2019  · Cupra  · Seat  · Seat Ibiza  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa spagnola del gruppo Volkswagen ha consegnato nel mese 43.900 auto per una crescita del 30% segnando anche un primato nel cumulato dell’anno con 498.700 unità

· di Edoardo Nastri

Ad Auto e Moto d'epoca (24-27 ottobre) il costruttore francese espone fianco a fianco la storica A110 del 1962 e la sua evoluzione moderna, la A110 S