Ultimo aggiornamento  12 dicembre 2019 14:07

Mobilità sostenibile, Berlino la migliore.

Linda Capecci ·

Lo studio Mobility Futures - realizzato dalla società inglese di ricerche di mercato Kantar - ha stilato la classifica delle città mondiali leader della mobilità urbana, sulla base dell’accessibilità economica e della disponibilità delle varie opzioni di circolazione.

Berlino risulta essere quella con il più alto "indice di mobilità", il valore finale attribuito all'intera galassia dei servizi cittadini, con 91 punti. Punto di forza della capitale tedesca sono la convenienza dei trasporti pubblici e la capillarità delle opportunità di sharing. Sul podio seguono la neozelandese Auckland (90 punti) e quindi Mosca (84). Nella top five anche New York (83) e un'altra tedesca, Monaco di Baviera (80).

La ricerca - che ha riguardato 31 grandi realtà urbane in tutti e 5 i continenti e ha coinvolto più di 20mila persone - conferma come la coscienza ambientale sia in grande crescita, ma anche come l’auto continui a essere la regina indiscussa delle scelte (a volte obbligate) di milioni di persone in ogni angolo del mondo.

Milano la migliore italiana

Fiore all'occhiello della classifica - per quanto riguarda il nostro Paese - è Milano, che si aggiudica il sesto posto nella graduatoria globale, a pari merito con Montreàl e superando sia Londra che Parigi, soprattutto grazie al “Pums”, il Piano urbano di mobilità sostenibile. L’iniziativa del capoluogo lombardo promuove servizi di condivisione auto, scooter e e-bike, crescita e miglioramento della  viabilità ciclabile, e contempla lo sviluppo del sistema MaaS (Mobility as a service) con l’obiettivo di disporre di un unico “biglietto” per tutti  i servizi di trasporto, inclusi i sistemi di sharing.

Dall'altra parte della classifica Johannesburg (Sudafrica), San Paolo (Brasile) e Nairobi (Kenya) occupano gli ultimi posti, a causa in particolare delle limitate infrastrutture pubbliche a disposizione dei cittadini. 

Rivoluzione a est

L’analisi di Kantar evidenzia inoltre la rivoluzione "ecologica" che interessa alcune città asiatiche, in passato tra le più congestionate e inquinate dell'intero pianeta e nelle quali oggi gran parte dei cittadini si reca a lavoro a piedi, in bicicletta o utilizzando mezzi pubblici o condivisi.

Tokyo è in testa tra le realtà urbane della sua area geografica, soprattutto per la varietà delle offerte e la puntualità di bus, metropolitane e ferrovie leggere, seguita da Pechino e Singapore, che stanno introducendo flotte di autobus e taxi a basso o zero impatto ambientale.

Tag

Berlino  · Kantar Tns  · Milan  · Mobilità sostenibile  · Pums  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Secondo l'ultimo rapporto dell'istituto di ricerca, quasi il 60% si sposta con l'auto. Il parco circolante è aumentato dell'1,3% e ha un'età media fra le più alte d'Europa

· di Paolo Borgognone

La Gigafactory 4 di Tesla sarà costruita vicino Berlino. Secondo Musk "entrerà in funzione nel 2021", accanto a un centro design e a un polo ingegneristico

· di Marina Fanara

Dopo 4 giorni oltre i limiti di PM10, scatta la "misura emergenziale". Ma per l'assessore Granelli: "Non basta, servono incentivi a tpl e auto elettrica"