Ultimo aggiornamento  23 settembre 2021 06:52

La Suzuki Jimny dei Carabinieri.

Angelo Berchicci ·

La Suzuki Jimny veste la divisa d’ordinanza. Una flotta composta da 10 esemplari della piccola fuoristrada giapponese (e da 55 Suzuki Ignis) sarà allestita secondo le specifiche richieste dall’Arma ed entrerà in servizio per assicurare alle Forze dell’Ordine la possibilità di operare anche sui terreni più difficili.

Livrea inconfondibile

Le Jimny destinate alla Benemerita prevedono, innanzitutto, la tipica livrea bicolore, con la carrozzeria nel classico Blu Arma con tetto bianco. Su di esso sono montati due lampeggianti con tecnologia LED, e un faro di ricerca a luce bianca, comandabile sia dall’interno sia dall’esterno della vettura.

La sirena bitonale trova posto sotto il cofano e sempre nella zona frontale sono alloggiati due nano segnalatori a LED da incasso di colore blu, con funzioni di lampeggio e luci di crociera. La dotazione principale include, poi, un estintore da 2 chilogrammi e un set di catene da neve, utili per continuare ad operare anche qualora non dovessero bastare gli pneumatici M+S montati di serie sulla Jimny.

Pensata per le zone di montagna

Si tratta della prima fornitura diretta di vetture da parte della Casa giapponese all’Arma dei Carabinieri. La piccola Suzuki è stata scelta per la sua agilità e versatilità e per le grandi doti di arrampicatrice su fondi sconnessi. Il fuoristrada verrà utilizzato nelle zone montuose e nei comuni ad alta quota, e andrà a fare compagnia ad un'altra storica auto utilizzata dall’Arma nelle zone di difficile accesso: la Fiat Panda 4x4.    

Tag

Carabinieri  · Jimny  · Suzuki  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa giapponese proporrà il prossimo anno su Swift Sport, Vitara e SX4 S-Cross la tecnologia SHVS con batteria da 48 Volt associata a un 1.4 benzina

· di Paolo Odinzov

La Casa giapponese presenterà al Tokyo Auto Salon le versioni Sierra Pickup Style e Survive della piccola fuoristrada giunta da poco alla quarta generazione