Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2019 15:23

Ferrari va a Padova in barchetta.

Valerio Antonini ·

Ferrari mette in mostra al Salone di Padova (24/27 ottobre) un’ampia esposizione delle sue spider da corsa più celebrate. Si tratta di veicoli sportivi essenziali nati nel Dopoguerra chiamati “barchette” per l’inusuale forma da scafo della carrozzeria, senza capote e con parabrezza ridotto per diminuire l’impatto con l’aria.

Un connubio efficace che ha permesso a questi modelli del Cavallino (prodotti in pochissime unità e quindi di grande valore) di dominare gare come la Mille Miglia - vinta per dieci volte - e la Targa Florio, conquistata in 8 occasioni. 

La 166 di Gianni Agnelli

Ad Auto e Moto d’Epoca 2019 è presente una delle più antiche: la Ferrari 166 Mille Miglia del 1950, basata sulla 166 S Coupé che trionfò per la prima volta nel 1948 nelle storica corsa bresciana. Si tratta di un modello unico perché legato alla nascita stessa del termine “barchetta”, oggi entrato nel linguaggio motoristico internazionale. L’appellativo (sfruttato anche da altri marchi per l’onomastica di modelli a tiratura limitata) fu coniato da Gianni Agnelli che, ammirando proprio le forme della 166, disse al giornalista sportivo Giovanni Canestrini: “Questa non è un’automobile, è una barchetta”.

Più tardi l'esemplare della spider finì nelle mani di un facoltoso imprenditore belga, Jacques Swaters, ex pilota di Formula 1 e appassionato collezionista Ferrari, che la rese disponibile per essere esposta - come esempio unico di design italiano - sia al MoMa di New York che alla Alte Nationalgalerie di Berlino.

SP Monza: sogno per pochi

Dalla parte opposta dello stand del Cavallino è in mostra anche l’ultima barchetta uscita dalle officine di Maranello: la SP Monza da oltre 800 cavalli e con una valutazione stimata in circa 3 milioni di euro.

A riempire lo spazio espositivo Ferrari (presso l’Arena ACI - Padiglione 3 che affaccia su Via Tommaseo) ci sono anche altri modelli da competizione pluripremiati, tra cui la 340 Mille Miglia Vignale, la 375 Mille Miglia Pininfarina, una dei quattro esemplari della 857 S (con un valore di mercato superiore ai 10 milioni di euro), la 750 Monza, la 500 Mondial prodotta in 31 unità e la più recente 550 Barchetta Pininfarina del 2000.

Auto e Moto d’Epoca Padova 2019 è il più grande mercato in Europa con oltre 5mila modelli heritage esclusivi provenienti da ogni parte del mondo.

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Il successo della Fiera di Padova (24/27 ottobre) conferma che quello delle vetture classiche è un settore in crescita. Il giro d'affari annuale in Italia è di 2,2 miliardi di euro

· di Paolo Odinzov

È la vettura stradale più performante dalla factory di Hethel. Prodotta in soli 20 esemplari costa 132.300 euro e monta un V6 da 436 cavalli