Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2019 15:29

A Padova si viaggia nel tempo.

Redazione ·

Dal 24 al 27 ottobre si svolge a Padova la 36esima edizione di Auto e Moto d'Epoca. L'appuntamento internazionale è organizzato presso la fiera della città veneta dove si potranno ammirare - tra l'altro - oltre 5mila modelli storici in vendita, molti dei quali all'asta. Alla manifestazione partecipano con un loro stand ACI e ACI Storico presenti al Padiglione 3.

Gioielli a quattro ruote

Il Salone patavino è l'occasione per ammirare auto d'epoca davvero rare: dalle Rolls Royce alle Bentley degli anni 20, le grandi sportive degli anni 50 e 60 come Mercedes 300 SL e Ferrari Daytona, alle piccole ma ricercate utilitarie che hanno fatto la storia della mobilità. La fiera di Padova dà l’opportunità di vedere tanti pezzi di prestigio raccolti insieme, tra cui quelli di musei importanti come il Nicolis di Verona con la Lancia Flaminia “Super Sport Zagato” del 1965 e il Mauto di Torino che porta la Itala 35/45 HP che vinse nel 1907 l’incredibile raid da Pechino a Parigi.

Da quest’anno il settore dedicato ai commercianti cresce di ben 2mila metri quadrati all'interno del Padiglione 15. Altra novità dell’edizione 2019 è la presenza della prestigiosa casa d’aste Finarte, specializzata in oggetti da collezione dal 1959 che espone auto e oggetti rari per tutta la durata dell’evento e li mette all’incanto venerdì 25. Tra le anteprime, la “barnfind” Maserati 3500 GT Touring chassis no.AM101*1714 del 1961, usata dal grande pilota Juan Manuel Fangio durante i suoi soggiorni in Italia.

Molto vasta anche l’offerta dei ricambi specializzati con un netto incremento degli espositori europei rispetto alle passate edizioni. Confermata la presenza degli specialisti Ferrari, dagli anni 50 ai giorni nostri. Segue poi la più grande esposizione nazionale di automobilia: un intero mondo di accessori e documenti storici, cimeli sportivi e opere d’arte che affianca una raccolta di oggetti di design e capi di abbigliamento. Dai leggendari bauli d’epoca Louis Vuitton a una rara selezione di foulard di seta realizzati negli anni 50 su commissione di costruttori automobilistici a stilisti e Case di moda prestigiose quali Giugiaro, Hermes e Ferragamo. Presenti, anche, tanti artisti di Motor Art, artigiani e firme dell’abbigliamento sportivo specializzato: da Gulfal Merchandising ufficiale 1000Miglia.

Come arrivare

Si può raggiungere la fiera (situata in Via Niccolò Tommaseo 59) sia via treno - la stazione si trova a 800 metri dal centro espositivo - che in auto (dalla A4 proveniente da ovest, l'uscita è Padova ovest, da Venezia invece si esce invece a Padova est mentre chi arriva da sud dalla A13 dovrà uscire a Padova sud). Per quanto riguarda i parcheggi, oltre a quelli del Salone, ce ne sono diversi in un raggio di un paio di chilometri nei pressi della struttura.

Settori e biglietti

Il Salone di Padova ospita Case automobilistiche, ACI, ACI Storico, Scuderie, Registri, Editoria specializzata nei padiglioni 1, 2 e 4, Commercianti e Restauratori auto, Editoria specializzata, Collezionismo e Vintage (5, 5B, 6, 11, 14 e 15), Ricambi auto e moto, Moto d’epoca e Modellismo (7 e 8), Prodotti per il restauro e la cura dell’auto (Galleria 78), Commercianti Auto e Accessori (Area C), Privati con auto e moto in vendita (N), Asta Finarte (S).

La fiera apre giovedì 24 ottobre, giornata di anteprima (orario 9-18, mentre nel weekend chiude alle 19), e il biglietto ha un prezzo di 45 euro. Venerdì l'ingresso costa 30 mentre sabato e domenica 25 euro. Disponibile anche l'abbonamento di due giorni, valido solo per il fine settimana, a 46 euro, mentre quello da tre giorni (da venerdì) viene 76 euro. Omaggio per bambini fino a 12 anni e per i visitatori con invalidità superiore all'80% con accompagnatore. Sconti per i soci ACI Storico.

Ti potrebbe interessare

· di Linda Capecci

ACI Storico promuove la gara di regolarità affiancata dal raduno heritage "Ruote nella storia". Al via sabato 23 novembre con partenza da Villafranca. Oltre 50 iscritti

· di Valerio Antonini

Il costruttore di Woking porta ad Auto e Moto d’Epoca 2019 la P1 - la sua prima supercar ibrida del 2012 - e la nuova Gran Turismo, spaziosa come una berlina

· di Edoardo Nastri

Ad Auto e Moto d'epoca (24-27 ottobre) il costruttore francese espone fianco a fianco la storica A110 del 1962 e la sua evoluzione moderna, la A110 S