Ultimo aggiornamento  26 gennaio 2020 13:48

McLaren, la Brexit non ci fa paura.

Paolo Odinzov ·

Brexit o non Brexit la McLaren continuerà a produrre le sue supercar nel Regno Unito. A dirlo è Mike Flewitt, ceo della Casa di Woking, il quale ha ribadito l’importanza e la necessità per l’azienda di restare nel paese d’origine.

Basta un solo stabilimento

“Per produrre 5mila auto all’anno è sufficiente un solo stabilimento e non ha senso delocalizzare”, ha detto Flewitt. “Siamo nati e cresciuti nel Regno Unito, rimanere qui è la cosa più logica e commercialmente ragionevole, fare qualsiasi altra cosa sarebbe antieconomico”.

Preoccupa solo l'incertezza

La vera preoccupazione secondo il manager è restare nell’incertezza perché la scadenza del 31 ottobre nel Regno Unito per lasciare l’Unione Europea si sta avvicinando. Cosa che ha spinto molte società di servizi finanziari a trasferire oltre 1 un miliardo di miliardi di dollari in beni nell’Unione europea.

“Se veniamo fuori senza un accordo non sappiamo quali saranno gli sviluppi commerciali nell’immediato con conseguenti problemi. A cominciare dalla interruzione di fornitura per le componenti delle auto che potrebbe bloccare temporaneamente la produzione”

Tag

Aston Martin  · Brexit  · Gaydon  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa di Woking presenta l'ultima vettura della sua serie speciale. Senza tetto e con una potenza di 815 cavalli verrà prodotta in 399 unità e venduta a 1,7 milioni di euro

· di Paolo Odinzov

Mike Flewitt, ceo della Casa di Woking, sottolinea l'importanza di investire per ridurre il peso sulle vetture. E limitare così emissioni e consumi