Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2019 18:48

Uniti One, l'elettrica svedese.

Linda Capecci ·

E’ arrivata la Uniti One, prima proposta a batteria del marchio omonimo fondato nel 2015 a partire da un progetto di ricerca presso l'Università di Lund, in Svezia. Da allora la start up è cresciuta, spostando parte della progettazione e della produzione a Norfolk, in Inghilterra. Oggi finalmente l'auto - da semplice prototipo - si trasforma in realtà, arrivando in strada.

Anticonvenzionale

L’anticonvenzionale tre posti 100% elettrica presenta un equipaggiamento standard che include luci diurne a led, specchietti laterali regolabili elettricamente, un tettuccio apribile panoramico elettrocromatico, vetri oscurati, un parabrezza anteriore riscaldato e una telecamera posteriore. Per quanto riguarda gli interni si può scegliere tra rivestimenti di colore scuro o chiaro e includere come optional  un sistema di illuminazione ambientale personalizzabile e un impianto di infotainment touchscreen.

Tre posti

Piccola, tondeggiante e dal design minimale la Uniti One - che sembra una piccola capsula – ottimizza gli spazi: davanti c’è posto solo per il conducente ma è dotata di un sedile posteriore – che può ospitare due persone – ribaltabile: quando la panca è in posizione l’e-car offre uno spazio per i bagagli di 155 litri - ma quando non occorre ed è riposta, l’elettrica svedese presenta un’impressionante capacità di stoccaggio: fino a 760 litri.

Autonomia estendibile

La Uniti One è alimentata da una batteria agli ioni di litio da 12 chilowattora che fornisce energia al propulsore elettrico montato sul retro. Il sistema presenta una potenza massima di 67 cavalli e 85 newton per metro di coppia. Scatta da 0 a 100 in 9,9 secondi e raggiunge una velocità massima di 120 all'ora.

L’elettrica offre un'autonomia di 150 chilometri standard, ma il marchio svedese dà la possibilità di estenderla fino a 300 chilometri mettendo a disposizione come optional un pacco batteria da 24 chilowattora.

La ricarica può essere effettuata utilizzando una wall-box domestica da 7 chilowatt o un caricabatterie rapido da 50. Se si usa quest'ultimo sistema, la batteria da 12 chilowattora raggiunge una carica dal 20 all'80% in soli 9 minuti, mentre l'unità da 24 recupera lo stesso livello di energia in diciassette minuti.

Sul mercato

Uniti One parte da un prezzo base di 15.100 sterline (17.220 euro circa), le prime consegne sono previste entro il 2020. Il marchio svedese prevede di istituire un impianto di assemblaggio con sede nel Regno Unito, puntando ad abbassarne il prezzo.

Tag

Auto elettriche  · Uniti  · Uniti One  · zero emissioni  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

Il governo di Stoccolma dà il via libera alla realizzazione di un altro tratto di autostrada 2.0 sull'isola di Gotland che verrà dotata del sistema di ricarica induttiva