Ultimo aggiornamento  14 novembre 2019 15:26

Guida autonoma, Renault Zoe va all'università.

Carlo Cimini ·

Dal 14 ottobre all'8 novembre, un gruppo di 100 persone (tra studenti, insegnanti, ricercatori, imprenditori e personale amministrativo) del campus di Parigi-Saclay è stato selezionato per testare il servizio di car sharing composto da due Renault Zoe - city car elettrica della Casa francese - completamente a guida autonoma.

Le prove del servizio sono già iniziate. Spostarsi da uno dei laboratori del campus per andare a pranzo o a fare sport, sono alcune delle scelte che fanno gli utenti che utilizzano le Zoe elettriche e autonome, attive nel centro studentesco dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 18.

Hi-tech

Le Renault Zoe ovviamente sono sprovviste di operatori a bordo e, quindi, di un guidatore. Le sedute sono tutte dotate di schermi individuali, altoparlanti e porte usb, progettati per creare un ambiente privato dedicato a ogni passeggero. La porta di accesso si trova esclusivamente sulla destra (lato marciapiede) per garantire maggiore sicurezza a chi entra o esce dall'auto.

Le innovative Zoe sono connesse e tramite l'app "Marcel Saclay" gli utenti possono prenotare il servizio condiviso, indicare la loro posizione, la destinazione e il numero di passeggeri per cui prenotano.

Viaggiare rilassati

All'interno di ciascun ambiente a bordo delle Renault viene fornita una selezione di sottofondi musicali basati sulla neurostimolazione auditiva. Disponibili tre programmi: il primo è quello dell'Activation, per svegliare i passeggeri assonnati, il secondo è il Power Nap per aiutare i passeggeri ad addormentarsi e, infine, se si vuole scaricare la tensione accumulata da una giornata stressante, si può attivare l'opzione Relaxation

Tag

Guida Autonoma  · Paris-Saclay  · Renault Zoe  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

La società NuTonomy sperimenta il robot a bordo dell'auto francese per le strade della città statunitense. Solo con il bel tempo però