Ultimo aggiornamento  27 ottobre 2020 14:13

Bus in prova: esperimento a Padova.

Linda Capecci ·

Il Comune di Padova, per primo in Italia, lancia “Abbonato in prova”, un'iniziativa per favorire una mobilità intelligente, che vada incontro ai cittadini. L'obiettivo è invogliare chi non ha mai provato a usare un mezzo pubblico a farlo, concedendo abbonamenti a prezzo agevolato.

Le agevolazioni

La proposta padovana prevede l’acquisto di abbonamenti urbani e suburbani trimestrali al prezzo agevolato di 20 euro anziché 124.

L’offerta è rivolta ai possessori di autoveicoli ad uso privato soggetti ai blocchi del traffico invernale (euro 4 e benzina fino ad Euro 1).

Ad ogni richiedente può essere concesso un solo abbonamento in prova a prezzo agevolato, ad eccezione del caso in cui si acquistino abbonamenti anche per altri componenti del nucleo famigliare, con il limite massimo di 3 per ogni famiglia; che non siano già tesserati al servizio di trasporto pubblico locale. Se un cittadino aderente all'iniziativa “Abbonato in prova” dovesse essere sanzionato per non aver rispettato le limitazioni del traffico la tessera sarà revocata.

Le origini del progetto

La proposta rientra nella strategia articolata e complessiva che l’amministrazione ha intrapreso per favorire l’uso di mezzi diversi dall'auto e che comprende, anche incentivi per l’acquisto di biciclette elettriche a pedalata assistita o il servizio di bike sharing Mobike.

"Abbonato in prova" è ispirato al progetto svedese della città di Lund – che contemplava una tessera mensile gratuita al Tpl in cambio della rinuncia all'auto nel tragitto casa-lavoro.

L’esperienza scandinava parla chiaro: il 40% di chi ha aderito all'offerta, dopo il mese di prova, ha rinnovato a pagamento l’abbonamento e ha rinunciato all'uso della propria auto.

In quel caso però l’iniziativa era rivolta esclusivamente ai pendolari e non riguardava la limitazione del traffico.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Incentivi, non punizioni. Così il Comune vuole inaugurare una nuova cultura degli spostamenti urbani. Tra le misure, sconti per l'e-bike, Night bus e abbonamento in prova

· di Marina Fanara

Nella città della mitica Bernardi, i mezzi pubblici fanno concorrenza alle auto, cresce il car sharing e la bici è un must. L'AC in prima fila per l'educazione nelle scuole