Ultimo aggiornamento  16 dicembre 2019 00:59

A Torino test su monopattini elettrici.

Marina Fanara ·

I test dovrebbero partire all'inizio di novembre prossimo e così anche Torino apre le porte ai monopattini a batteria, e in generale a tutti i dispositivi della cosiddetta micromobilità elettrica, come alternativa sostenibile per spostarsi in città.

Le regole del Comune

L'iniziativa è contenuta nelle linee guida appena approvate in Giunta per disciplinare i servizi di sharing a flusso libero (i mezzi si prelevano anche al di fuori dei parcheggi dedicati) limitatamente alle due ruote, bici e scooter, e ai dispositivi della micromobilità elettrica (monopattini, segway, monowheel e overboard).

Il testo approvato in Comune prevede una serie di regole per la sosta, misure per contrastare l'abbandono selvaggio dei mezzi e disciplinare il recupero e la creazione di un tavolo di lavoro condiviso tra l'Amministrazione e gli operatori per monitorare costantemente l'andamento dei servizi in sharing.

Micromobilità: si parte con 500 mezzi

Per quanto riguarda il noleggio di monopattini e affini, invece, ci sarà un confronto a parte, sottolinea l'assessore alla Mobilità, Maria Lapietra, "questo ci consentirà di avere un feedback costante sull'andamento di questo tipo di sharing e proprio in base ai dati che ne trarremo decideremo se aumentare o meno la flotta. Per ora partiamo con 500 mezzi, poi si vedrà".

Assicurazione obbligatoria

Uno degli adempimenti cui saranno tenuti gli operatori che vorranno offrire servizi di mobilità condivisa di bici, scooter e microveicoli a batteria, è l'obbligo di sottoscrivere due polizze: una per responsabilità civile contro terzi (copertura di almeno 5 milioni di euro e comprende anche il risarcimento danni alle strutture e agli utilizzatori del servizio) e l'altra per la responsabilità civile del conducente, anch'essa con copertura minima pari a 5 milioni di euro. 

L'assessore Lapietra, infine, annuncia che a breve verranno pubblicati i bandi: per bike e scooter sharing l'affidamento del servizio durerà cinque anni rinnovabili mentre per il noleggio dei microveicoli durerà fino al termine della sperimentazione, ovvero il 27 luglio 2021.

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

La Giunta vara un piano per ridurre del 5% i morti da incidenti stradali entro il 2021 e arrivare a zero vittime nel 2050. In programma, interventi e campagne di sensibilizzazione

· di Marina Fanara

Via libera alla sperimentazione dei microveicoli a batteria, ma solo in alcune aree del centro e del litorale. Esclusi hoverboard e monowheel, per il Comune "troppo pericolosi"