Ultimo aggiornamento  09 dicembre 2019 11:56

Nuovi vertici alla Nissan.

Angelo Berchicci ·

Nissan ha annunciato i nomi dei suoi nuovi vertici, dopo un anno vissuto pericolosamente e alla vigilia di un pesante piano di ristrutturazione per conti in forte disordine. Per il ruolo di ceo e presidente è stato selezionato Makoto Uchida, capo della divisione cinese della Casa, mentre il ruolo di direttore operativo è andato al 49enne Ashwani Gupta, attualmente con la stessa carica presso il costruttore alleato Mitsubishi. Uchida arriva dopo la clamorosa uscita di scena a fine 2018 di Carlos Ghosn accusato di illeciti finanziari e poi del suo nemico Hiroto Saikawa, a sua volta accusato di compensi illeciti. 

Cina e Renault le priorità

Uchida, 55 anni, ha avuto la meglio sulla concorrenza grazie sia ai risultati ottenuti in Cina, che nel 2018  ha generato circa un terzo di tutte le entrate di Nissan, sia perché è stato ritenuto la figura giusta per i rapporti con Renault, capofila dell'Alliance e con cui le relazioni sono assai tese, conosciuto bene a Parigi per aver sovrinteso in passato ad acquisti e forniture per entrambi i marchi.

Uchida entrerà ufficialmente in carica entro il 1 gennaio del 2020, nel frattempo Nissan continuerà ad essere retta dal presidente ad interim Yasuhiro Yamauchi, subentrato dopo le dimissioni di Saikawa.

Un segnale di rottura

La scelta di affidarsi ad una generazione più giovane rispetto ai precedenti vertici - in Giappone un cinquantenne è considerato davvero "giovane" - sembra essere un segnale di rottura e insieme di rilancio dopo un anno molto turbolento. Uchida e Gupta hanno per altro caratteristiche non comuni in quei ruoli: il primo ha anche una laurea in teologia, il secondo è di nazionalità indiana, una novità dalle parti di Yokohama. A loro è affidato il compito di riaffermare l’immagine della Casa giapponese e soprattutto di traghettarla fuori dalla crisi: i profitti hanno infatti raggiunto il livello più basso degli ultimi 11 anni. Per rilanciare le vendite Nissan ha intenzione di puntare sull’elettrificazione e di introdurre più di venti nuovi modelli entro il 2025, oltre a ridurre i costi e tagliare 12.500 posti di lavoro a livello globale.

“Ci aspettiamo che Uchida rivitalizzi l’azienda, guidandola come una squadra e concentrandosi immediatamente sulla ripresa delle vendite. E’ estremamente importante per Nissan affermare un nuovo volto, abbiamo scelto le persone che potessero rappresentarlo nella maniera più forte”, ha commentato Yasushi Kimura, presidente del consiglio di amministrazione della compagnia. 

Tag

Ghosn  · Hiroto Saikawa  · Nissan  · Renault  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Paternò

Due unità a batteria e linea tagliente. Al Tokyo Motor Show il concept di un modello che dovrebbe essere commercializzato anche in Europa entro la fine del 2020

· di Paolo Odinzov

La nuova generazione del crossover giapponese, in vendita con un listino da 19.620 euro, ha un design più morbido e prestazioni brillanti. Anche ibrido plug-in nel 2020