Ultimo aggiornamento  26 gennaio 2020 11:56

Bosch, auto elettriche più sicure.

Valerio Antonini ·

Bosch ha messo a punto un sistema di microchip (chiamati in tedesco Pyrofuse) che impedisce alle batterie delle auto elettriche - danneggiate da un incidente - di continuare a far viaggiare la corrente, mettendo a rischio occupanti ed eventuali soccorritori di prendere la scossa.

Piccole esplosioni

Il dispositivo genera piccole esplosioni controllate che si attivano una frazione di secondo dopo l’impatto. Queste “tagliano” di netto i collegamenti ad alta tensione che alimentano l’elettromotore. Si evita così anche la possibilità (rara ma non da escludersi al 100%) di una scintilla che potrebbe venire a contatto con il carburante fuoriuscito da altri veicoli coinvolti, provocando un incendio.

Gli accumulatori danneggiati possono anche raggiungere temperature elevatissime e prendere fuoco rapidamente. In particolare, le batterie agli ioni di litio sono molto suscettibili a una reazione a catena nota come instabilità termica. Per mettere in sicurezza le auto che ne sono alimentate occorre usare particolari sostanze ignifughe e immergerle in un grande contenitore di acqua. I normali estintori comunemente in uso ai vigili del fuoco non sono efficaci.  

Ovviamente esiste già un sistema di sicurezza standard che limita rischi del genere: il computer di bordo invia un comando che interrompe la diffusione di energia dai cavi (appositamente di colore giallo) in tutto il veicolo. Lo scontro a velocità elevate, però, potrebbe compromettere il funzionamento dell'intero apparato. Quindi Bosch ha pensato di scollegare fisicamente i cavi che uniscono la batteria ad altri componenti elettrici.

L'allarme dei pompieri

"La tecnologia dei nostri dispositivi ricopre un luogo fondamentale nella sicurezza dei veicoli elettrici e ibridi", sono state le parole di Jens Fabrowsky, membro della divisione Elettronica per autoveicoli di Bosch.

Karl-Heinz Knorr, vicepresidente dell’associazione dei vigili del fuoco tedeschi: “La diffusione di veicoli elettrici aumenta di conseguenza il rischio che questi vengano coinvolti in collisioni frequenti. Nuovi sistemi di sicurezza diventano essenziali per garantire l’incolumità dei passeggeri e di noi soccorritori”.

Secondo i suoi colleghi americani della National Fire Protection Association, negli Stati Uniti solo un quarto dei pompieri si ritiene preparato per affrontare un’auto elettrica in fiamme, mentre il 75% non si sente al sicuro nell’intervenire per paura di rimanere folgorato.

Tag

Auto Elettrica  · Bosch  · Germania  · Pyrofuse  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

La società tedesca studia nuovi componenti in carburo di silicio per le auto elettriche. Migliore conduttività e meno dispersione di calore. A vantaggio di costi e autonomia

· di Patrizia Licata

L'impegno dei due gruppi industriali tedeschi per la sicurezza stradale: più tecnologia a bordo e guida autonoma per un domani sicuro