Ultimo aggiornamento  13 luglio 2020 07:41

Auto robot, parola ai giovani.

Elisa Malomo ·

Waymo, lo spin off di Google dedicato alle guida autonoma, apre il suo laboratorio ai più giovani, i conducenti del futuro, per permettergli di approcciare i nuovi sistemi driverless e conoscere il punto di vista di chi è nato e cresciuto a “pane e hi-tech”.

Gli interlocutori del colosso di Mountain View, infatti, sono i cosiddetti “nativi digitali”, quei ragazzi nati nell'epoca nella quale l'informatica è entrata prepotentemente nella vita di ognuno fin dalla più tenera età.

Prospettive chiave

Le visite organizzate dal team di Waymo consentono ai più piccoli di guardare da vicino le autonome in azione viaggiando all'interno e imparandone il funzionamento. Fra i commenti più significativi di chi ha partecipato agli incontri, spicca l'opinione di un bambino delle elementari che ha detto: “Le auto a guida autonoma sarebbero sicuramente molto più sicure perché il robot non si distrae".

Secondo alcuni sondaggi più recenti - anche dopo l'incidente che ha visto coinvolta una vettura robot di Uber ed è costato la vita una donna a Tempe in Arizona -  solo il 19% degli adulti statunitensi ha una solida fiducia nella sicurezza delle auto a guida autonoma.

L'iniziativa educativa rientra nel programma Let's Talk Self-Driving, realizzato in collaborazione con l'American Automobile Association e il National Safety Council e che ha come obiettivo - come ricorda la stessa Waymo - di "educare le persone su come la tecnologia di guida autonoma possa salvare le nostre vite e rendere le strade più inclusive, migliorando l'indipendenza e creando nuove opzioni di mobilità per tutti”.

Più avanti di tutti

La società di Google è quella più avanti nella corsa alla guida affidata all'intelligenza artificiale. Le sue autonome hanno percorso molta più strada di ogni altro concorrente. I robotaxi di Waymo sono già in servizio - anche se sempre a livello sperimentale -  sia a Phoenix in Arizona che in Californi e la società sta già studiando come applicare le tecnologie driverless anche ai mezzi pesanti.

Tag

Auto robot  · Guida Autonoma  · Waymo  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

L’azienda Usa fa pressing sulle autorità americane per concedere quanto prima il permesso di andare su strada anche alle auto prive di comandi tradizionali