Ultimo aggiornamento  14 dicembre 2019 10:55

Piacenza capitale a due ruote.

Linda Capecci ·

Piacenza si aggiudica la maglia rosa del Giretto d’Italia, il campionato nazionale della ciclabilità urbana organizzato da Legambiente. E’ la terza volta consecutiva che la città emiliana prevale tra i capoluoghi che “pedalano” di più (tra i partecipanti). Sul podio, seguono Padova al secondo posto e Bolzano al terzo.

I risultati

Il monitoraggio dei ciclisti – della durata di due ore - è avvenuto tra il 19 e il 24 settembre nella fascia oraria dalle 6.00 e le 10.00, tramite appositi check point allestiti nelle immediate vicinanze delle aziende pubbliche e private, scuole e università di 24 città italiane che hanno aderito all'iniziativa.

In totale sono passati dai varchi 35.461 lavoratori o studenti che hanno utilizzato il loro mezzo a pedali per gli spostamenti da casa a lavoro, da casa a scuola e viceversa.  A Novara, Piacenza, Ferrara e Reggio Emilia a prevalere sono stati gli studenti, mentre a Padova gli spostamenti più numerosi si sono concentrati nei dintorni dell’ospedale. Se si osserva il rapporto tra bici circolanti e numero di abitanti Piacenza rimane incontrastata al primo posto con 4,5 bici conteggiate per ogni abitante. Sale invece Bolzano (3,6), Fano si piazza terza con 3. Seguono Novara (2,4), Padova (2,2), Reggio Emilia (2,1) e Pesaro con (1,6).

Prendere le misure

L’iniziativa – che si è svolta nell'ambito della Settimana europea della mobilità – ha un valore simbolico, anche perché la diversità delle città dal punto di vista urbanistico, di densità abitativa e del traffico rende complesse le valutazioni.

L’obiettivo è quello di fornire dati sugli spostamenti in bicicletta, che normalmente non sono misurati nelle indagini statistiche sulla mobilità e invece sarebbero utili in sede di programmazione e pianificazione della viabilità urbana.

Vita-eco

"Promuovere una modalità di spostamento più sana e sostenibile e ripensare le città e le strade vuol dire non solo ridurre traffico e smog sicurezza - sottolinea Giorgio Zampetti, direttore generale di Legambiente - ma anche creare le premesse per un concreto miglioramento della qualità della vita urbana. Rendere sostenibile l'intero settore trasporti è la vera sfida della lotta ai cambiamenti climatici, visto anche l'impatto sempre più drammatico che questo settore ha in Italia”.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il 52% degli spostamenti nel capoluogo avviene a zero emissioni, dice il 1° rapporto sulla mobilità elettrica dei comuni italiani. In crescita (+130%) le colonnine