Ultimo aggiornamento  26 gennaio 2020 13:53

Toyota, 10 milioni di Land Cruiser.

Angelo Berchicci ·

Il Toyota Land Cruiser ha superato le 10 milioni di unità vendute. Lo storico fuoristrada - il modello più longevo della Casa giapponese (persino più della Corolla) - è stato lanciato il 1 agosto del 1951 ed è arrivato fino ai giorni nostri attraverso undici generazioni, che non ne hanno stravolto la natura di mezzo robusto e affidabile.

Origini militari

Come altri iconici fuoristrada, anche il Land Cruiser nacque per soddisfare esigenze militari. Durante la guerra di Corea, Pentagono e Nazioni Unite chiesero a Toyota di sviluppare un fuoristrada da fornire alle truppe americane impegnate nel conflitto.

Il costruttore diede vita alla BJ, per la cui realizzazione i tecnici giapponesi si basarono sul progetto della Jeep Willys (la sigla BJ stava per B Jeep). Nel 1954, per motivi di copyright, Toyota cambiò il nome del suo fuoristrada, che venne ribattezzato Land Cruiser.

Apprezzato in tutto il mondo

La seconda generazione (serie 20) del 1955 fu quella che fece conoscere il fuoristrada Toyota al mondo. Per la prima volta il Land Cruiser, che venne trasformato in mezzo adatto anche all’uso civile (per quanto rimase spartano), venne esportato al di fuori del Giappone.

Inizialmente, venivano esportate meno di 100 unità all'anno; nel 1965, 10 anni dopo questi numeri superarono le 10.000 unità all'anno. Oggi, il Land Cruiser è venduto in circa 170 paesi e regioni in tutto il mondo, con vendite globali annue pari a circa 400.000 unità.

Una famiglia numerosa

Con il tempo il nome Land Cruiser venne utilizzato per indicare un’intera gamma di veicoli, che prevedeva modelli con caratteristiche diversificate in base al mercato e con numerose configurazioni di carrozzeria (convertibile, hard top, station wagon). Ai veicoli da lavoro destinati ad Africa e Australia, si aggiunsero le versioni per Usa ed Europa, più accessoriate e che puntavano maggiormente su comfort e tempo libero.

Toyota ha saputo aggiornare negli anni il Land Cruiser senza snaturarlo, come dimostra l’attuale serie 200, lontanissima dall’essenzialità dei primi modelli e considerata un fuoristrada di lusso, che tuttavia mantiene ottime prestazioni anche nell’offroad più duro. Grazie alla sua eccezionale affidabilità e durata, ci sono regioni in cui i veicoli Land Cruiser serie 40 continuano ad essere utilizzati ancora oggi, circa 50 anni dopo la loro produzione.

Fatto per gli impieghi gravosi 

Il successo del fuoristrada Toyota è strettamente legato alla sua inarrestabilità. Sono molte le regioni del mondo dove gli spostamenti sono possibili solo grazie al Land Cruiser, come in Africa, dove viene utilizzato per fornire assistenza umanitaria, in Australia, dove viene adoperato nelle miniere di zinco e rame a circa 1.600 metri di profondità, o in Costa Rica, dove è impiegato per la raccolta di ortaggi ad un'altitudine di 3.500 metri.    

Tag

Fuoristrada  · land cruiser  · offroad  · Toyota  · Toyota Land Cruiser  · 

Ti potrebbe interessare

· di Giovanni Barbero

Il costruttore giapponese fornirà per l'evento più di 3.700 veicoli elettrificati. Tra questi due sono robot: la e-Palette e la Concept-i, che verranno utilizzate per il trasporto...