Ultimo aggiornamento  19 novembre 2019 21:55

Doppietta Ferrari. Giusto non cambiare le posizioni.

Umberto Zapelloni ·

L’importante era che a vincere fosse una Ferrari. Una doppietta poi è qualcosa che alla vigilia della gara nessuno si sognava di poter realizzare. Dopo la pole ci si aspettava la vittoria di Leclerc, ma il gioco dei pit stop ha consegnato la gara a Vettel, che aveva anticipato lo stop per tenere a bada Verstappen.

La Ferrari non ha giocato sporco, non ha favorito un pilota piuttosto che l’altro. E’ l’evoluzione della gara ad aver favorito Vettel e poi, andare a togliergli la vittoria, non avrebbe avuto senso. Perché per battere la Mercedes ci vuole una Ferrari a due punte e fermare Seb avrebbe significato la rottura completa.

Così invece si festeggia la terza vittoria di fila della Ferrari, un evento che non capitava dal 2008 dai tempi di Massa e Kimi (che arrivarono a quattro consecutive). E le parole di Leclerc alla fine non sono state pungenti. Era arrabbiato, ovviamente, ma ha preferito sottolineare il grande giorno della Ferrari, la prima doppietta stagionale. Leclerc voleva vincere, voleva un ordine dai box, lo si è capito dai suoi messaggi via radio, da quel “datemi tutto… non farà follie… non capisco”. Ma dopo che a Monza aveva fatto il furbetto in qualifica, qui è rimasto imbrigliato dalla strategia studiata per battere le Mercedes, non per ribaltare la classifica dei due piloti in rosso.

Ha prevalso la ragion di Stato. Ha prevalso la Ferrari. Giusto così senza campionato in gioco. Vettel era in battaglia con Verstappen, Leclerc era in lotta con Hamilton. Il gioco del pit ha portato Vettel davanti a tutti e Verstappen davanti a Hamilton. Chi si è fermato prima l’ha avuta vinta in pista. E la Mercedes è addirittura finita giù dal podio su una pista che sembrava fatta apposta per Hamilton… Dopo aver vinto a Spa e a Monza, rivincere a Singapore significa che oggi la SF90 è tornata ad essere vincente dovunque. Per questo la vittoria è soprattutto di squadra. Di chi ha lavorato sulle modifiche che hanno trasformato la monoposto.

Commento pubblicato sul blog Top Speed

Tag

Ferrari  · Leclerc  · Singapore  · Vettel  · 

Ti potrebbe interessare

· di Umberto Zapelloni

L’ex presidente Ferrari paragona il pilota inglese della Mercedes a Niki Lauda. E ricorda la vittoria delle Rosse al Gran Premio d’Italia

· di Umberto Zapelloni

Presentati a Maranello due nuovi modelli: la F8 Spider (262mila euro) e la 812 GTS (336mila euro). Mai una gamma cosi ricca

· di Umberto Zapelloni

Diecimila tifosi della Rossa hanno trasformato Piazza del Duomo in un'arena ribollente di entusiasmo. Sul palco i grandi di ieri, oggi e domani. Ovazione per Vettel e Leclerc

· di Valerio Antonini

Il pilota sarà sul palco al Duomo di Milano per "90 Anni di Emozioni", l'evento nato per festeggiare il compleanno della scuderia del Cavallino e del Gp d'Italia