Ultimo aggiornamento  19 ottobre 2019 11:56

Sicurezza stradale: è sempre emergenza.

Marina Fanara ·

Quello che si è appena concluso è stato l'ennesimo weekend nero sulle strade d'Italia e, ancora una volta, le vittime per la maggior parte sono giovani e giovanissimi.

Sei le persone che hanno perso la vita in quattro distinti incidenti, nelle giornate di sabato e domenica appena trascorsi: tre ragazzi (20, 23 e 27 anni) e una bambina di appena 6 anni, più un 42enne e un ciclista di 60 anni.

Il primo gravissimo incidente risale alla notte tra venerdì 14 e sabato 15: siamo sulla Statale 640 nell'agrigentino all'altezza di Racalmuto, quando una Volkswagen Polo si ribalta e prende fuoco (non ci sono altri veicoli, le forze dell'ordine parlano di sinistro "autonomo"). Il guidatore ventitreenne perde la vita intrappolato tra le fiamme.

Ancora vittime giovanissime

Dalla Sicilia al Salento, in Puglia: venerdì scorso un ciclo-turista belga di 60 anni, in coda a un gruppo di altri ciclisti, è stato travolto da un'auto guidata da un 30enne della zona (sembra sotto effetto di stupefacenti) e muore appena arrivato in ospedale. Terza tragedia, domenica mattina presto, sul Grande Raccordo Anulare di Roma: all'altezza di Settebagni si scontrano un'auto e una moto, perdono la vita entrambi i conducenti, di 20 e 27 anni.

Infine, domenica mattina, sull'autostrada Torino-Pinerolo, c'è una famiglia in viaggio su due distinte vetture per andare ad assistere a un raduno di auto d'epoca. Il papà 42enne è al volante di una Mini Cooper con a bordo la figlia di 6 anni, quando viene tamponata da una Toyota Verso e si incendia. Nel rogo muoiono genitore e figlioletta. Si salvano la mamma e l'altra figlia di appena 4 mesi che viaggiavano su un'altra vettura.

2019, è nuovo allarme

Ultimi fatti di cronaca a parte, l'intero 2019 potrebbe rivelarsi con un anno contrassegnato da una nuova escalation di sinistri mortali. Non ci sono ancora dati ufficiali, ma stando alle prime stime (su dati ACI-Istat) fornite alla vigilia delle vacanze dalla Polizia stradale, solo nel primo semestre scorso il numero delle vittime è aumentato di oltre il 7% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Tantissimo, considerando che l'intero 2018 ha segnato una diminuzione del 2% in confronto al 2017. 

Rischio Capitale 

Si tratta di numeri che non comprendono tutti i sinistri rilevati in ambito urbano dalle Polizie locali, ma solo quelli di Polizia di Stato e Carabinieri. Soltanto a Roma, per esempio, secondo le prime stime della Polizia municipale, dall'inizio dell'anno ad oggi si contano già un centinaio di vittime di cui l'80% circa all'interno della Capitale e il restante nell'hinterland.  

Tag

Incidenti  · Polizia stradale  · Roma  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Dal 26 giugno al 26 agosto scorso, Polizia e Carabinieri hanno rilevato 134 sinistri mortali contro i 125 dell'anno scorso. Aumentano i verbali per velocità e cellulare