Ultimo aggiornamento  26 gennaio 2020 12:01

Che mi compro?

Francesco Paternò ·

“Buon viaggio,” chiude così Umberto Zapelloni “Come scegliere la tua nuova auto” (Tam Editore, 300 pp. 9,50 euro), titolo che con qualche astuzia strizza l’occhio al mercato ma che va ben oltre. Perché l’autore, giornalista di lunga esperienza e nostro collaboratore, attraverso 100 domande e altrettante risposte ci porta a spasso nel nuovo mondo della mobilità che mette insieme industria e consumatori. Auto elettrica, auto a guida autonoma; ma anche che succede se mi compro un’auto diesel oppure a gas, come si comportano Fiat Chrysler o Volvo in mano ai cinesi di Geely, se ha sbagliato in passato Gm uccidendo nella culla la propria auto a batteria o se ha fatto bene il gruppo Volkswagen a investire massicciamente nell’auto a zero emissioni. E via di questo passo con domande precise e risposte esaurienti, in un gioco di chiarificazione che è poi ciò che serve in un passaggio di trasformazione epocale per l’industria dell’auto.

È una transizione che riguarda tutti, anche chi è disinteressato all’automobile e ai motori, perché illumina un vecchio concetto diventato nuovissimo, anzi dirimente: quale mobilità. Dunque ecco un libro utile, come sempre accade quando si fanno domande. “Il problema – scrive nella prefazione il presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani – non è tanto quello di capire dove stia andando la mobilità, quanto quello di capire come l’uomo arriverà all’appuntamento con una realtà che si trasforma sotto i suoi piedi, imponendogli continui cambi di passo”.

Le domande chiave

Delle 100 domande di Zapelloni, ne tiriamo fuori tre che ci sembrano le più stringenti (a partire dal linguaggio) sul nostro futuro presente. La prima, la numero 12: “Se oggi mi lasciassi convincere ad acquistare un’auto elettrica, poi come farei a ricaricarla?”. Già.

La seconda, la numero 37 sulla guida autonoma: “Fidarsi o non fidarsi. È questo il dilemma?”. Vero.

La terza, probabilmente quella con più punti interrogativi, la numero 96: “Cambiano le forme dell’auto, cambiano i motori delle auto, cambiano addirittura le gomme. Ma che ne sarà dei territori dove si muoveranno? Cambieranno anche le città?”. Per conoscere le risposte, beh, compratevi il libro

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Paternò

Il 25 luglio di un anno fa moriva il manager italo-canadese a capo di Fca. Ripercorriamo parte della sua carriera e vita privata attraverso delle pagine a lui dedicate

· di Patrizia Licata

Esce negli Stati Uniti "Robot, Take the Wheel" di Jason Torchinsky. Riflessione sulla guida automatizzata che trasformerà etica, cultura e design