Ultimo aggiornamento  08 aprile 2020 05:01

CIwrc, atto finale al 39° San Martino di Castrozza.

Chiara Iacobini ·

L'edizione numero 39 del Rallye San Martino di Castrozza e Primiero si disputa nel fine settimana tra venerdì 13 e sabato 14 settembre all'ombra delle Pale dolomitiche. 110 equipaggi al via, 86 per il rally moderno e 24 per lo storico. Tra questi spiccano le 10 a bordo di una World Rally Car e 17 sule R5. La corsa organizzata da San Martino Corse, vale ancora di più, se si considera il coefficiente 1,5 che rende il tutto maggiormente incerto. 

Campionato in bilico

Occhi puntati sugli attuali leader del Campionato Italiano Wrc, Simone Miele e Roberto Mometti con la Citroën DS3 Wrc. A 69,5 punti, Miele deve vedersela contro Marco Signor (58 punti) e Luca Pedersoli (57 punti) che hanno già scartato con un ritiro a testa. Signor insieme a Patrick Bernardi, su Ford Fiesta Wrc, torna nella sua consueta gara “di casa”, ancora in cerca della prima vittoria stagionale.

Pedersoli, salito sul podio finale ad Alba prima della pausa estiva, correrà, sempre affiancato da Anna Tomasi, con la Citroën DS3 Wrc, in cerca di una doppia affermazione: quella nel campionato e quella nell’albo d’oro del San Martino di Castrozza. Il dato certo: chi dei tre vince a San Martino si porta a casa lo scudetto 2019.

Il quarto incomodo

A complicare le cose ci sarà anche Corrado Fontana, su Hyundai I20 Wrc, fuori dai giochi per il titolo ma comunque deciso a fare una bella gara. Ma sono in tanti che potrebbero infilarsi e “dar fastidio” ai tre del CIwrc come Paolo Porro, Matteo Daprà, Lorenzo Della Casa, Gianluigi Niboli e Valter Gentilini. Tutti outsider di assoluto rilievo e tutti su Ford Fiesta Wrc.

Tanti nomi anche nella schiera di R5 presenti a San Martino, partendo da Corrado Pinzano già detentore della Coppa ACI Sport di classe, Andrea Carella ma anche esperti piloti come Mauro Miele con Luca Beltrame su altra vettura della casa boema. Pronti per la gara trentina anche Giampaolo Bizzotto e Jordan Brocchi, entrambi su Skoda Fabia e Zigliani Rizziero con la Ford Fiesta. Tra i nomi di rilievo, ad arricchire la schiera di R5 non mancheranno all’appello anche Pierleonardo Bancher e il pilota di Schio, Efrem Bianco oltre a Giacomo Scattolon, con la Hyundai I20 NG, quest’anno tra gli iscritti al Campionato Italiano Asfalto. Come già accennato le strade dolomitiche, oltre ad ospitare l’ultima tappa del Campionato, saranno teatro della corsa valida per l’Historique alla decima edizione, ma anche per la Coppa Rally di Zona (Zona 3) e i trofei monomarca di Michelin, Suzuki Rally Cup e Renault.

Gli orari

Il 39° Rallye di San Martino prenderà il via ufficiale venerdì 13 settembre alle ore 19.50, con la discesa dalla pedana in centro seguito dallo spettacolo, ormai della "San Martino Cittadina" (2,97 chilometri) con start del primo concorrente alle 19.54. Sabato 14 settembre si disputano quattro prove speciali da percorrere due volte: le intramontabili “Manghen”, “Val Malene”, “Gobbera” e la new entry “Murello”. Arrivo e festeggiamenti si terranno nuovamente a San Martino di Castrozza, dopo aver disputato i 115,65 chilometri di prove speciali immersi in 353,78 di percorso complessivo.

Ti potrebbe interessare

· di Chiara Iacobini

Il 36° Rally della Marca - quarto atto del tricolore - va al pilota della Citroën DS3 Wrc, dopo un'accesa sfida con i rivali per il titolo. Miele ancora in testa alla classifica...