Ultimo aggiornamento  12 dicembre 2019 12:39

Il “Manifesto” di Cupra. #IAA19

Stefano Antonetti ·

FRANCOFORTE – Al Salone di Francoforte Cupra lancia il concept Tavascan che prefigura, dopo la Tarraco, il secondo modello del nuovo brand di Seat. Per introdurlo, il ceo Luca de Meo utilizza nel suo speech in inglese la parola “Manifesto”, aggiungendo che “la Tavascan è la più spettacolare vettura mai presentata dal nostro marchio”. La versione definitiva della vettura (il nome da un piccolo paese sui Pirenei) è destinato ad arrivare con “linee che potrebbero replicare quasi fedelmente quelle del concept esposto qui a Francoforte”, ci anticipa Alejandro Mesonero-Romanos, a capo del design di Seat.

La Tavascan in breve

Il “Manifesto” di Luca de Meo è sviluppato sulla piattaforma MEB (la stessa della Volkswagen ID.3 lanciata solo a qualche metro di distanza) e può contare su due motori elettrici, per una potenza complessiva equivalente a 306 cavalli. La batteria è costituita da celle al litio e ha una capacità di 77 chilowattora, con un’autonomia di 450 chilometri. Accelerazione da 0 a 100 in 6,5 secondi.

Vendite in aumento

In attesa della Tavascan, Cupra corre: le vendite che crescono del 70,6% nei primi 8 mesi dell’anno per un totale di 17.100 unità, superando già i numeri dell’intero 2018 (14.400 auto). Giusto allora affiancare al marchio, un pilota come testimonial d’eccezione: Matthias Ekström. Lo svedese diventa guiderà la Cupra e-Racer nelle competizioni del motorsport elettrico e collaborerà con il centro ricerca spagnolo nello sviluppo dei futuri modelli a batteria di Seat. E la corsa continua.

Tag

Cupra  · Luca de Meo  · Seat  · Tavascan  · 

Ti potrebbe interessare