Ultimo aggiornamento  17 settembre 2019 08:51

Aston Martin Vanquish, ci pensa Callum.

Paolo Odinzov ·

Abbandonata da poco la direzione del centro stile di Jaguar, per la quale è rimasto consulente, Ian Callum non ha alcuna intenzione di rimanere con la matita in mano. Autore nella sua lunga carriera non solo di modelli che hanno scritto le ultime pagine di storia della Casa inglese tra i quali la F-Type, ma anche di altri marchi, il designer britannico ha svelato nei giorni scorsi una reinterpretazione della Aston Martin Vanquish da lui stesso disegnata nel 2001.

La Vanquish 25

Si tratta della Vanquish 25, realizzata insieme al team svizzero R-reforged e che ha subito ricevuto il via libera dalla direzione di Aston Martin. “Raramente un designer ha la possibilità di riscrivere la storia di una propria auto”, ha detto Callum, sottolineando come l’evoluzione nel tempo di materiali e tecnologie possa permettere nello sviluppo di un’auto cose fino a ieri impensabili.

Carbonio e minigonne

Rispetto alla versione originale la Vanquish 25, prodotta in edizione limitata con un listino intorno alle 550mila sterline, cambia infatti parecchio. A cominciare dal frontale, caratterizzato dalla mascherina più ampia e la prese d’aria in carbonio al posto dei fendinebbia. Fino alla parte posteriore: “incattivita” nell’aspetto con nuovo diffusore, i terminali di scarico bronzo e lo spoiler più profilato che aumenta la deportanza della vettura accentuata anche della minigonne pronunciate sulle fiancate.

Un salotto blu

L’abitacolo della Vanquish 25 presenta invece rivestimenti in pelle blu ed ha una plancia ridisegnata con un cruscotto in fibra di carbonio e sistema d’infotainment d’ultima generazione. Mentre sotto al vestito la sportiva di Gaydon propone di serie diversi plus meccanici, ad esempio i freni carboceramici, grazie ai quali è possibile sfruttare al meglio le prestazioni del suo V12 da 5.9 litri che ora eroga quasi 600 cavalli.

Tag

Aston Martin  · Ian Callum  · Vanquish 25  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La nuova ibrida di Gaydon si chiama Valhalla, come l'ultima dimora dei guerrieri nella mitologia scandinava. Arriva nel 2021 in 500 esemplari: costo oltre il milione di euro