Ultimo aggiornamento  12 dicembre 2019 12:23

Nissan, il ceo Saikawa rassegna le dimissioni.

Angelo Berchicci ·

Hiroto Saikawa si è dimesso dalla posizione di amministratore delegato di Nissan. Le dimissioni saranno operative a partire dal prossimo 16 settembre. "Dopo le discussioni interne, il consiglio di amministrazione ha chiesto a Saikawa di dimettersi dalla posizione di Ceo, e Saikawa ha accettato", ha riferito Yasushi Kimura, presidente del board, a margine del CdA svoltosi quest'oggi. 

Il nuovo scandalo che si è abbattuto sul costruttore giapponese ha preso il via la settimana scorsa, quando il manager ha dichiarato di aver percepito compensi in eccesso rispetto a quanto gli spettava a causa di un malfunzionamento nel meccanismo automatico di incentivazione aziendale, errore di cui Saikawa non sarebbe stato al corrente. 

I possibili successori

Contemporaneamente al consiglio di amministrazione di Nissan si è svolta anche la riunione del comitato nomine, che dovrà delineare il successore di Hiroto Saikawa. Secondo una fonte confidenziale citata dalla Reuters, il comitato nomine - di cui fa parte anche il presidente di Renault, Jean-Dominique Senard - avrebbe già redatto una lista con dieci nomi di candidati.

Tra i possibili successori di Saikawa vi sarebbe Jun Seki, a cui era stata affidata la ripresa economica della casa,  Yasuhiro Yamauchi, incaricato di monitorare la competitività del costruttore sul mercato, e Makoto Uchida, capo di Nissan in Cina.

I nodi da sciogliere

Il nuovo presidente di Nissan dovrà fronteggiare la crisi dell’azienda - i profitti hanno raggiunto il livello più basso degli ultimi 11 anni - e l’indebolimento del legame con Renault. I rapporti all’interno dell’alleanza sono diventati sempre più tesi dopo lo scandalo che ha coinvolto l’ex presidente delle due case Carlos Ghosn, arrestato lo scorso anno per essersi appropriato di fondi del costruttore giapponese.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Per il dopo Ghosn e il piano di rilancio nominati due "giovani": il ceo è Makoto Uchida, 55 anni e capo della divisione cinese, il direttore generale è il 49enne Ashwani Gupta

· di Francesco Giannini

Il costruttore giapponese pagherà 15 milioni di dollari di multa alla commissione di controllo della Borsa. L'ex manager - ancora agli arresti a Tokyo - sborserà 1 milione

· di Angelo Berchicci

Il presidente ceo della casa giapponese ha ammesso di aver percepito somme più alte del dovuto ma "a sua insaputa" e ha promesso di restituire quanto erroneamente ricevuto