Ultimo aggiornamento  08 dicembre 2019 00:56

26 settembre: zero morti sulle strade.

Marina Fanara ·

Niente cellulare alla guida, moderare la velocità, allacciare le cinture di sicurezza anche nei sedili posteriori, usare correttamente i sistemi di ritenuta per i bambini a bordo.

Sono questi i principali appelli su cui si concentrerà quest'anno la Giornata europea senza morti sulle strade (conosciuta con l'acronimo inglese Edward-European day without a road death) che si terrà il prossimo 26 settembre, subito dopo la Settimana europea della mobilità sostenibile (16-22 settembre).

Ancora troppi morti

La campagna, giunta alla quarta edizione, è organizzata da Tispol, l'associazione che riunisce le polizie stradali europee, ha l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini a una maggiore attenzione alla guida e al corretto rispetto delle norme della circolazione per ridurre drasticamente il numero delle vittime per incidente.

L'idea è di raggiungere l'obiettivo posto da Bruxelles per arrivare al 2020 con il 50% in meno di morti sulle strade del Vecchio Continente, ma, ancora di più, fare in modo che con l'impegno di tutti, durante la giornata del 26 settembre non si verifichi nessun sinistro mortale. 

14 regole d'oro 

Stando ai dati più recenti, ogni giorno sulle strade europee 70 persone in media perdono la vita per cause che si potrebbero evitare. Per questo, durante la campagna viene divulgato un elenco composto da 14 "regole d'oro", tra cui non distrarsi alla guida, non usare il cellulare, non assumere alcol o droghe, indossare sempre il casco in moto, fare massima attenzione ai bimbi a bordo e agli utenti deboli, pedoni, anziani, ciclisti. 

Prendiamoci un impegno

Si tratta di una serie di impegni che ogni cittadino è invitato a sottoscrivere, direttamente su http://projectedward.eu, con il compito di divulgare il più possibile  le buone pratiche.

Ricordiamo, infine, che durante la giornata dedicata a Edward le forze dell'ordine, compresa la nostra Polizia stradale, intensificheranno ulteriormente i controlli sui rispettivi territori con particolare riguardo ai comportamenti più pericolosi: velocità, alcol, droga e smartphone.

Tag

Edward  · Incidenti  · Polizia stradale  · Sicurezza  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Dal 26 giugno al 26 agosto scorso, Polizia e Carabinieri hanno rilevato 134 sinistri mortali contro i 125 dell'anno scorso. Aumentano i verbali per velocità e cellulare