Ultimo aggiornamento  12 dicembre 2019 14:55

Audi Q5 Tfsi e, ibrida da viaggio.

Edoardo Nastri ·

CHAMPOLUC - Benzina, diesel o ibrida. La Q5, il suv Audi più venduto, completa la gamma delle motorizzazioni offerte e ora è disponibile anche in versione plug-in hybrid, presentata in Val d'Aosta. Non è la prima volta che la vettura viene proposta con un propulsore elettrificato: la prima generazione della Q5 è stata infatti venduta in versione ibrida tradizionale. Per il nuovo modello invece gli ingegneri tedeschi hanno deciso per un “upgrade” a batterie cambiando il sistema in ibrido ricaricabile per una maggiore autonomia in elettrico e meno emissioni.

Gli uomini di Audi si aspettano per il mercato italiano un mix di vendite composto dall’85% di diesel, dal 2% di benzina e dal 13% di ibride. La Q5 Tfsi 55e è spinta da due propulsori e ha la trazione integrale: un 2.0 a benzina da 252 cavalli che lavora in coppia con un motore elettrico alimentato da batterie con una capacità da 14,1 chilowattora. Lo schema propulsivo le permette di sviluppare una potenza complessiva di 367 cavalli e un’autonomia a zero emissioni di circa 45 chilometri. Gli accumulatori possono essere ricaricati con una potenza massima di 7,4 chilowatt: dalla presa domestica il pieno di energia si fa in circa 7 ore.

Elettrico in città, a benzina fuori

Abbiamo guidato la Q5 plug-in in un percorso misto partendo da Torino e arrivando in Valle d’Aosta, cercando di utilizzare l’auto nella maniera più efficiente: percorrendo il centro città e la prima cintura con il solo motore elettrico e passando poi in modalità “Auto” in cui il computer decide autonomamente quale propulsore utilizzare.

Alla fine del test il computer di bordo ha registrato un consumo medio di circa 6,5 litri per 100 chilometri, un buon risultato per una vettura di tale mole e così potente, ma ben lontano dal dato d’omologazione pari a 2,7 litri per 100 chilometri.

Differenze minime con la tradizionale

La Q5 Tfsi e è riconoscibile dalle versioni con propulsore tradizionale per alcuni minimi dettagli come il secondo sportello per la ricarica e ha mantenuto le stesse dimensioni, optional ed equipaggiamenti delle sorelle con il motore termico. Lo stesso discorso vale per la guida che rimane fluida e confortevole ma non sportiva. Il pacco batterie aggiunge peso alla già imponente stazza del suv e questo ne penalizza un po’ la dinamica nelle curve. Gli habitat naturali della Q5 rimangono anche in questa configurazione i lunghi viaggi autostradali. 

Utile il “predictive efficiency assist” che utilizza i dati ricevuti dal sistema di navigazione per avvisare il conducente quando è meglio rallentare, per andare in modalità veleggiamento muovendosi solo d’inerzia. Le prestazioni sono da eco-sportiva: 5,3 secondi da 0 a 100, 500 newtonmetri di coppia già a 1.250 giri e 62 grammi di Co2 emessa per ogni chilometro percorso.

Due versioni previste

Audi ha previsto anche una Q5 plug-in depotenziata: la 50 Tfsi e. I due motori sviluppano 299 cavalli e nel nostro paese la scelta di questa versione comporta alcuni vantaggi fiscali. La vettura infatti non paga il super bollo e può essere acquistata sfruttando l’ecobonus governativo di 2.500 euro a fronte di una rottamazione e di 1.500 senza.  

La vettura è già in vendita e gli allestimenti sono gli stessi delle Q5 a benzina o diesel (Base, Business, Business Design ed S Line plus). I prezzi partono da 57.500 euro per la 50 Tfsi e da 64.800 euro per la più potente 55 Tfsi e. 

Tag

Audi  · Audi Q5 Tfsi e  · ibrida plug-in  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Il costruttore tedesco mira a ridurre del 30% le emisioni di CO2 nell'intero ciclo di vita dei suoi modelli, partendo da metodi di produzione a basso impatto ambientale

· di Carlo Cimini

Abbiamo provato la prima auto a batteria della Casa tedesca. Un suv di quasi cinque metri con oltre 400 cavalli e tanta elettronica. Prezzi da 83.930 euro