Ultimo aggiornamento  19 ottobre 2019 22:55

Ferrari, a Milano 90 Anni di Emozioni.

Umberto Zapelloni ·

MILANO - Piazza del Duomo si è trasformata in Piazza Rossa. Rossa come la Ferrari che festeggia i 90 anni della Scuderia e le 90 edizioni del Gran premio d’Italia. Una festa che dura quasi due ore traboccando di passione per la casa di Maranello che ha chiamato a raccolta piloti di ieri, di oggi e di domani e chi come Montezemolo, Todt, Domenicali, Fiorio e Arrivabene ne ha scritto pagine importanti.

Addirittura storiche come nel caso di Montezemolo, presidente dai 19 mondiali che sembra commuoversi quando Mattia Binotto, il responsabile della gestione sportiva, lo chiama sul palco. Binotto è giovane, ma ha già 25 anni di Ferrari alle spalle e lui sa bene che cosa significhi #essereFerrari, lo slogan scelto per una stagione che poi è andata peggio di quanto si sognava. Ma è bastato vincere a Spa con baby Leclerc per scatenare l’entusiasmo.

La piazza ribolle

I 10 mila della piazza fanno salire l’applausometro per Raikkonen e Alesi e diventano pazzi per Vettel e Leclerc che non resistono all’impulso di farsi un selfie con il Duomo e il mar Rosso sullo sfondo. “La Ferrari è una religione. Io la sognavo fin da bambino quando giocavo con la macchinina rossa”, dice Leclerc. “Quando a sette anni vedevo Michael vincere in Ferrari, sognavo questa macchina e vorrei continuare a stare qui con voi”, aggiunge Vettel. La gente grida “Doppietta, doppietta”. “Siamo stati competitivi a Spa, non vedo perché non dovremmo esserlo anche a Monza”, promette Binotto.

Appuntamento a Monza

L’applausone se lo prende anche il presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani, quando con Jean Todt, presidente Fia e Chase Carey, numero uno di Liberty Media annuncia il rinnovo del contratto tra Monza e la Formula 1 per altri 5 anni. D’altra parte la Formula 1 non farà fatica a capire che una festa così in Vietnam o a Baku non avrebbe questo sapore.

Il colpo d’occhio è da brividi. Il Duomo si colora di rosa, la Piazza resta Rossa e dopo aver cantato l’inno intona il po-po-po-po che in Italia vuol dire campioni del mondo. Per quello dovremo ripassare perché anche quest’anno non è cosa. Ma restiamo concentrati su Monza. “Doppietta? Perché no?” Dicono i piloti. L’ordine d’arrivo sceglietelo voi. Loro, come racconta Binotto, cominceranno a gareggiare per chi arriva prima al bagno del motor home come tutte le domeniche mattina. #EssereFerrari è anche un team principal che riesce a scherzare con i suoi ragazzi.

Tag

#essereFerrari  · Ac Milano  · ACI  · Ferrari  · Gran Premio d'Italia  · 

Ti potrebbe interessare

· di Linda Capecci

L'ex campione Ferrari è stato ricoverato nell'ospedale Georges Pompidou. Secondo le indiscrezioni di Le Parisien potrebbe essere sottoposto a cure tramite staminali

· di Valerio Antonini

Il pilota sarà sul palco al Duomo di Milano per "90 Anni di Emozioni", l'evento nato per festeggiare il compleanno della scuderia del Cavallino e del Gp d'Italia