Ultimo aggiornamento  26 gennaio 2020 11:59

Tesla, ora Musk fa pure l'assicuratore.

Patrizia Licata ·

La polizza esclusiva per le auto Tesla è quasi pronta. Elon Musk, il ceo della casa delle supercar elettriche, sta lavorando al lancio di un’assicurazione dedicata per chi guida una delle sue vetture che permetterà di abbassare del 20% i costi della copertura danni, come riporta l’agenzia di stampa Reuters.

Anteprima in California 

L’assicurazione ideata da Musk sarà offerta dapprima in California (il maggior mercato per le Tesla) e successivamente in altri stati americani. Ad aprile l’azienda della Silicon Valley aveva già dato qualche anticipazione, indicando che la nuova polizza sarà gestita tramite una sua società ad hoc, la Tesla Insurance Services, in collaborazione con alcuni partner (tra cui la State National Insurance Company). 

Costi alle stelle

Attualmente le Tesla sono le auto più costose da assicurare negli Stati Uniti: secondo la media compilata dall’istituto di ricerca 24/7 Wall St, Model X e Model S possono comportare polizze da oltre 2mila dollari l’anno. I costi elevati si devono in particolare alle riparazioni: in caso di danni, il conto del meccanico lievita per le complesse funzionalità di bordo (comprese quelle relative all'automazione) e i prezzi della componentistica, come quelli dei sensori.

Tuttavia, sostiene Musk, i costi scendono se ci si assicura con Tesla e si accede alla manutenzione curata dall’azienda stessa e non da un meccanico qualunque. In più, dice ancora, proprio le opzioni driverless riducono le probabilità di collisione, facendo scendere il premio.

Le polizze negli Usa

Assicurare l’auto negli Usa ha un costo medio annuo di 1.450 dollari, ma la forchetta è ampia perché dipende da numerosi fattori, tra cui lo stato in cui si sottoscrive il contratto, il modello di vettura, l’età del conducente e la classe di merito. In California la copertura base costa circa 800 dollari, ma si arriva a punte di oltre 1.800.

Tag

California  · Elon Musk  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Bevagna

L'azienda californiana continua a crescere grazie al successo della Model 3. Il bilancio resta però negativo e i margini scendono. In arrivo Model Y e Gigafactory in Cina