Ultimo aggiornamento  19 ottobre 2019 11:16

Toyota e Suzuki verso scambio azionario.

Sergio Benvenuti ·

Secondo i media giapponesi, Toyota e Suzuki progettano uno scambio azionario per approfondire l'alleanza industriale ed essere più competitivi a livello globale.

I due costruttori giapponesi avevano avviato una partnership nel 2016 per lo sviluppo di nuovi veicoli prodotti sotto i rispettivi marchi, contando sulle specifiche industriali delle Case: la forza di Toyota nelle tecnologie di elettrificazione e la competenza di Suzuki nel campo dei veicoli compatti, consentendo alle due aziende di ridurre i costi di sviluppo.

Unione giapponese

Sempre secondo le indiscrezioni dei media, Toyota potrebbe investire circa 910 milioni di dollari per assicurarsi circa il 5% della costruttore di Hamamatsu. E a sua volta, Suzuki ne metterebbe sul piatto circa la metà per acquistare delle quote della Casa fondata da Kiichiro Toyoda.

Tag

Suzuki  · Toyota  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Il costruttore presenta al Salone giapponese (24 ottobre - 4 novembre) una coppia di prototipi legati ai temi dell'elettrificazione e della guida autonoma

· di Edoardo Nastri

Il colosso di Nagoya aumenta la sua quota di un altro 3% e arriva al 20%. Obiettivo dichiarato è governare una galassia di marchi in cui ci sono anche Suzuki e Mazda

 

· di Giovanni Barbero

Il costruttore giapponese fornirà per l'evento più di 3.700 veicoli elettrificati. Tra questi due sono robot: la e-Palette e la Concept-i, che verranno utilizzate per il trasporto...

· di Paolo Odinzov

Non solo ibrido ed elettrico, l'accordo tra i due costruttori giapponesi si allarga allo sviluppo di modelli destinati all'India, all'Africa e all'Europa