Ultimo aggiornamento  14 novembre 2019 14:46

Auto elettriche: nel 2019 corrono.

Edoardo Nastri ·

Le vendite di auto elettriche nel mondo crescono senza sosta. Nei primi sei mesi del 2019 le auto a zero emissioni sono aumentate del 92% a livello globale raggiungendo quota 780mila unità, secondo i dati di Jato Dynamics.

I numeri di questa tipologia di veicoli sono certamente ancora di nicchia, ma rilevanti rispetto all'incerta situazione economica globale e ad alcuni mercati in calo per i veicoli tradizionali. La Cina traina le vendite dei modelli a zero emissioni: da gennaio a giugno sono state immatricolate 430mila unità di questo tipo, in aumento del 111% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Europa seconda

In questa crescita, al secondo posto c’è l’Europa con 173.200 unità, in aumento dell’84% rispetto allo scorso anno. Il buon risultato è stato raggiunto grazie al traino di Norvegia (36mila unità, +74%), Germania (33mila, 72%), Francia (24mila, +38%) e Olanda (18mila, +118%). Ultimo gradino del podio per gli Stati Uniti, con 116mila auto elettriche, comunque in aumento dell’87% rispetto al primo semestre 2018.

Nella classifica dei primi dieci mercati, la maglia nera va al Giappone con 11mila immatricolazioni a zero emissioni, in calo del 27%. L’Italia è fuori dalla graduatoria più virtuosa con 4.967 vetture, comunque in forte aumento rispetto allo stesso periodo del 2018 (+120%).

Gli incentivi

Le vendite di auto elettriche sono favorite anche dalle politiche di agevolazione fiscale messe in atto dai singoli stati. Lo dimostrano i dati di vendita del mercato cinese: dopo 12 mesi di incentivi del governo, la quota dei veicoli a emissioni zero è passata dall’1,9% del 2018 al 4% del 2019.

A crescere di più sono state quasi esclusivamente le società locali che si sono fatte trovare pronte con un’offerta adeguata alla domanda: il 90% dei veicoli acquistati è prodotto da costruttori cinesi. Il restante 10% se lo spartiscono i marchi stranieri.

Previsioni di ulteriore crescita 

Gli effetti del cambiamento iniziano a vedersi anche tra i costruttori. Tesla, società americana di veicoli elettrici, sta sparigliando le carte in tavola con la Model 3, la meno costosa delle vetture del marchio. La berlina americana a zero emissioni è l’elettrica più venduta al mondo nei primi sei mesi dell’anno, togliendo la corona alla pur più economica Nissan Leaf.

Grazie a questo modello il costruttore americano è leader nelle vendite di vetture a zero emissioni, con 166mila unità consegnate dall’inizio dell’anno. Gli altri gradini del podio sono occupati da due società cinesi: Byd con 96mila vetture e Baic con 52mila. Quarto posto per Nissan (47mila unità).

Secondo gli analisti di Jato Dynamics nella seconda metà dell’anno la crescita aumenterà ulteriormente e così anche nel 2020, grazie all’introduzione di nuovi modelli a zero emissioni tra le quali la Peugeot 208, la Volkswagen ID.3 e la seconda generazione della Fiat 500 elettrica. 

Tag

Auto Elettrica  · Business  · Cina  · Europa  · Stati Uniti  · 

Ti potrebbe interessare

· di Stefano Antonetti

Il mese di luglio si chiude sostanzialmente stabile. Le immatricolazioni delle auto a benzina superano quelle diesel. Cresce l'elettrico ma resta di nicchia. Chi sale e chi scende

· di Edoardo Nastri

Primo mercato al mondo per le auto a batteria, secondo una ricerca molte non andrebbero a privati ma rimarrebbero nelle flotte degli stessi costruttori