Ultimo aggiornamento  15 novembre 2019 09:25

L'industria giapponese investe negli Usa.

Valerio Antonini ·

Il nuovo impianto di assemblaggio Mazda Toyota Manufacturing di Huntsville (Alabama) verrà presto affiancato da una fabbrica Vuteq, multinazionale con sede in Giappone che si occupa dal 1964 della fornitura di componenti per auto, in particolare cruscotti, parabrezza e finestrini.

La governatrice dell’Alabama Kay Ivey ha confermato che l’azienda di componentistica - che ha una filiale anche in Canada, Ontario - vuole investire oltre 60 milioni di dollari per aprire nel 2021 una struttura in grado di cooperare con quella dei costruttori. L’obiettivo è replicare il funzionamento della catena di montaggio già operativa dal 2001 a Princeton, Indiana, dove vengono prodotti anche il minivan Toyota Sienna, il grande suv Sequoia (derivato dal pick-up Tundra) e il più piccolo 4x4 Highlander.

Nuove assunzioni

Nella nuova fabbrica di Huntsville, in costruzione da ottobre su un tratto di mille ettari nella contea di Limestone, Vuteq realizzerà parti iniettate in plastica per gli interni e vari piccoli componenti da montare sui nuovi modelli Toyota/Mazda di medie e grandi dimensioni, a partire da un nuovo suv di Mazda in vendita tra due anni. Vuteq prevede di assumere circa 200 dipendenti mentre la Mazda Toyota Manufacturing garantisce 4mila posti di lavoro. I due costruttori giapponesi hanno investito complessivamente più di un miliardo e mezzo di dollari (divisi in parti uguali) per edificare l’impianto.

Tag

Mazda  · Toyota  · USA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Terzo al mondo, vendite up and down. Sul futuro pesa l'aumento della tassa sui consumi. Toyota leader, Nissan scivola al quinto posto

· di Sergio Benvenuti

Il costruttore giapponese investirà nel colosso cinese del ride hailing in Cina. La partnership include anche un accordo con il gruppo auto Gac

· di Paolo Odinzov

La spider compie 30 anni, al Parco Valentino di Torino l'edizione dell'anniversario. Nell'anno fiscale appena chiuso il costruttore jap scivola su vendite e profitto operativo