Ultimo aggiornamento  20 novembre 2019 12:38

Triumph Rocket 3, razzo a due ruote.

Antonio Vitillo ·

Alla nuova Triumph Rocket 3 non manca certo la potenza. Ha uno dei motori più grandi di sempre, 2.458 di cilindrata, cioè la somma di tre cilindri in fila di 819 centimetri cubici ciascuno. 165 cavalli, una impressionante coppia motrice da 221 newtonmetri e un peso inferiore di 40 chili rispetto alla versione precedente.

La moto del marchio inglese arriva declinata in due versioni, la R più sportiva, e la GT, che punta più al comfort e al gran turismo.

Aspetto imponente

La Rocket 3 ha un aspetto imponente, pur conservando un design proporzionato, con finiture di qualità. Grande importanza estetica è data sia all’impianto di scarico che al notevole radiatore frontale. Coerentemente, la ruota posteriore forgiata in alluminio è di sezione robusta, con un pneumatico da 240. La sella è interscambiabile, singola o doppia. Il telaio è in alluminio, le sospensioni sono Showa, regolabili, i freni monoblocco sono marchiati Brembo Stylema.

Tecnologia avanzata

Interessante la dotazione elettronica. Oltre al “cruise control” e al dispositivo di controllo della trazione, vi sono l’Abs Cornering, capace di intervenire anche a moto in piega, e quattro tipi di “riding mode” per le diverse condizioni di guida. Non manca il sistema di aiuto alle partenze in salita.

La Triumph Rocket 3 sarà disponibile da fine anno, i prezzi non sono stati ancora comunicati.

Tag

Rocket 3  · Triumph  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

La Factory Custom dello storico marchio curerà le edizioni particolari delle due ruote inglesi. Primo esempio è la Thruxton Tfc: 750 esemplari dal costo di 22.500 euro