Ultimo aggiornamento  18 settembre 2020 19:47

Seat, droni in fabbrica per ridurre la CO2.

Paolo Odinzov ·

Seat aumenta la flessibilità e la efficienza dello stabilimento di Martorell con un servizio di consegna via droni che collega il centro logistico del Gruppo Sesé di Abrera alle proprie strutture.

Avviato per adesso come progetto pilota, supportato dalla supervisione dell’Agenzia spagnola per la sicurezza dell'aviazione (AESA), l’utilizzo dei droni prevede diversi voli al giorno della distanza di circa due chilometri. Questi vengono sfruttati al momento per portare sulle linee di montaggio volanti e airbag e riducono il tempo di consegna dai 90 minuti necessari con i camion a soli 15 minuti.

Incrementare la sostenibilità nella produzione

La consegna via aerea rappresenta un altro passo concreto di Seat sul fronte dell’Industria 4.0 e la trasformazione dello stabilimento di Martorell aumentandone anche la sostenibilità. L’utilizzo dei droni, ricaricati nelle batterie con energia proveniente da fonti rinnovabili, prevede infatti una ulteriore riduzione delle emissioni di CO2 durante il processo di fabbricazione delle auto.

Tag

Droni  · Industria 4.0  · Seat  · Sostenibilità  · 

Ti potrebbe interessare

· di Linda Capecci

La Casa giapponese ha testato dei dispositivi che sostengono spalle, braccia e gambe degli operai al lavoro riducendo affaticamento e infortuni: presto nelle linee di produzione

· di Paolo Odinzov

La Casa iberica ha avviato un progetto con Telefónica e il Ministero dei Trasporti spagnolo che dimostra come l'Internet delle cose (Internet of Things) contribuirà ad aumentare la...

· di Paolo Odinzov

La Casa spagnola ha annunciato l'apertura della software house Seat:Code che si occuperà anche di modelli di business legati alle nuove forme di mobilità

· di Paolo Odinzov

“Che senso ha muovere un oggetto che pesa centinaia di chili per trasportare una sola persona?". Come il marchio sperimenta per il gruppo Volkswagen soluzioni di micromobilità